Monza si è già riempita di tricolori

Doppio weekend con gli alpini

Monza si è già riempita di tricolori  Doppio weekend con gli alpini

Monza si prepara ad accogliere il raduno del secondo raggruppamento degli alpini, in programma il 17 e 18 ottobre. Ma già l’11 e 12 ottobre le penne nere saranno protagoniste della città, che si è riempita di tricolori. Ecco cosa accade nel doppio weekend.

Si notano, non c’è che dire. Viale Margherita di Savoia, la zona dei Boschetti reali e piazza Citterio sono già vestite a festa: decine di tricolori sono stati posizionati lungo il percorso che vedrà sfilare, secondo le stime, circa trentamila penne nere. È il raduno del secondo raggruppamento di Lombardia ed Emilia Romagna, che comprende nelle due regioni venti sezioni, per un totale di oltre 100mila soci iscritti.

Si svolgerà a Monza da venerdì 17 a domenica 19 ottobre: si tratta di un’occasione speciale per la sezione locale, perché quest’anno ricorre l’85esimo anniversario dalla sua fondazione, avvenuta il 6 giugno 1929.

Ma già da questo weekend sarà possibile avvicinarsi allo spirito e all’atmosfera della grande adunata. Dopo l’alzabandiera, alle 9.30 di sabato 11, mezzi militari d’epoca saranno esposti in piazza Trento e Trieste. Poco dopo, alle 10, nella Galleria Civica di via Camperio si inaugura la mostra “Alpini ieri, oggi, sempre”. Alle 11 si omaggiano invece i monumenti alla memoria degli Alpini nell’omonima piazza e nel cimitero cittadino. Pausa golosa nei pomeriggi di sabato e domenica in piazza Trento per via della tradizionale castagnata. Ma il grosso arriva il weekend successivo.

Venerdì 17 l’appuntamento al Manzoni è doppio: alle 18 per il concerto “Note Alpine”, con l’Orchestra giovanile provinciale, e alle 21 con quello dei quattro cori alpini della sezione di Monza. Seguirà la premiazione del concorso letterario sul tema “Alpini: una storia di eroismo, sacrificio e solidarietà”, rivolto agli studenti di terza media di tutte le scuole dei comuni i cui gruppi alpini aderiscono alla sezione di Monza.

La prima parte della giornata di sabato 18 è dedicata agli “addetti ai lavori”: in sala Maddalena si riuniranno in mattinata i presidenti sezionali del secondo raggruppamento, che nel primo pomeriggio incontreranno le autorità civili nel palazzo comunale. Alle 15 l’appuntamento è con la fanfara alpina, si sfilerà in Duomo alle 18 per la messa, dopo aver reso onore ai caduti, alla bandiera della provincia MB, al gonfalone del comune di Monza e al labaro di Ana. Conclude la giornata lo spettacolo teatrale, alle 21 al teatro Manzoni, “Frammenti: una storia italiana”, a cura della compagnia Ottave tra le quinte di Carate Brianza.

Domenica 19 l’ammassamento inizia alle 8.30 nei giardini della Villa reale e alle 9.30 la cerimonia prenderà il via. Dopo le celebrazioni e i saluti delle autorità, decine di migliaia di penne nere sfileranno per il centro della città, percorrendone le vie principali. Alle 12.30 in piazza Trento e Trieste previsto lo scioglimento delle formazioni: dopo gli onori finali la “stecca”, come vuole la tradizione, sarà passata a chi ospiterà il raduno l’anno prossimo: la città di Busto Arsizio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA