Monza, muore un detenuto: allarme Sappe per la sanità in carcere
Il carcere di Monza

Monza, muore un detenuto: allarme Sappe per la sanità in carcere

Il Sappe, il sindacato autonomo polizia penitenziaria, rilancia l’allarme per la sanità in carcere dopo il decesso di un detenuto a Monza dopo un malore.

L’allarme è stato lanciato dal Sappe, il Sindacato autonomo polizia penitenziaria in seguito alla morte di un detenuto di 50 anni nel carcere di Monza che sarebbe avvenuta in seguito sembra a un infarto. E riguarda l’emergenza sanitaria nelle strutture carcerarie.

Un problema per tutti i detenuti che però l’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato, riprendendo la notizia, vede soprattutto in relazione al “sovraffollamento e dell’elevata presenza di detenuti extracomunitari clandestini, non sempre sottoposti a stringenti controlli medici”, parlando addirittura di una presenza che “può scatenare epidemie” e auspicando controlli sanitari in più.


© RIPRODUZIONE RISERVATA