Monza-Lissone: i cantieri per completare la Sp 6 entrano nel vivo, occhio alle multe
Il tratto della Sp 6 da completare (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza-Lissone: i cantieri per completare la Sp 6 entrano nel vivo, occhio alle multe

Entrano nel vivo i lavori per il completamento della Sp 6 tra Monza e Lissone, cambia la viabilità nell’area di confine. Sono previsti due anni di cantiere. Con provvedimenti anche contro la sosta selvaggia, quindi occhio alle multe.

Entreranno nel vivo nei prossimi giorni i lavori per il completamento della variante alla Sp6 Monza-Carate: gli operai della Leopoldo Castelli cominceranno il loro intervento dal confine tra Monza e Lissone, in corrispondenza delle vie Grandi del lavoro e Nobel, proseguiranno con lo scavo del tunnel sotto via Boito e si collegheranno alla rotonda di via della Birona. Il cronoprogramma dell’opera sarà illustrato oggi dal presidente della Provincia Gigi Ponti e dai tecnici della ditta che si è aggiudicata l’appalto.

Monza, il sopralluogo di giovedì al cantiere della SP6

Monza, il sopralluogo di giovedì al cantiere della SP6
(Foto by Fabrizio Radaelli)


Il cantiere, che dovrebbe protrarsi per 750 giorni, modificherà la viabilità al confine tra Monza, Lissone e Vedano: nei prossimi giorni sarà aperta in direzione Vedano la rampa del tunnel oggi utilizzata, seppur abusivamente, come parcheggio mentre automobilisti, utenti del San Gerardo e studenti dell’università non potranno più posteggiare le auto nelle vicinanze del cantiere. In via Cadore e in via Nobel, inoltre, saranno installate le telecamere per scoraggiare l’abbandono di rifiuti, di materiale da risulta e di vecchi mobili che negli ultimi anni hanno reso la zona una discarica a cielo aperto. «Abbiamo chiesto – spiegano dalla Provincia – la collaborazione delle polizie locali e l’organizzazione di turni di sorveglianza. Non è possibile che la gente continui a scaricare detriti in quel luogo». La tangenzialina dell’ospedale, compreso il tratto già realizzato, costerà oltre 14 milioni di euro: l’andamento dei lavori sarà monitorato a cadenza trimestrale.

LEGGI la riapertura dei cantieri a luglio

In base agli accordi tra Provincia e Comuni interessati, si è provveduto ad ottimizzare il progetto di viabilità provvisoria di cantiere. Ciò comporterà la modifica viabilistica per quasi tutta la durata del cantiere nell’ambito tra via Boito – via Cadore – via della Fortuna – via Nobel, senza alcuna interruzione del traffico. L’assetto così individuato verrà realizzato al termine delle attività di spostamento e adeguamento dei sottoservizi. Il programma prevede la chiusura dei lavori entro novembre 2017.


© RIPRODUZIONE RISERVATA