Monza: la polizia locale sequestra cani in pessime condizioni, anche Franklin un amstaff semi paralizzato
Franklin, l’amstaff salvato dalla polizia locale di Monza: ha le zampe posteriori paralizzate (da Facebook)

Monza: la polizia locale sequestra cani in pessime condizioni, anche Franklin un amstaff semi paralizzato

Ne ha dato notizia l’assessore comunale alla sicurezza Federico Arena: gli agenti del Nost della polizia locale di Monza hanno sequestrato anche una cucciolata. Tutti gli animali sarebbero stati tenuti in precarie condizioni igienico sanitarie in un appartamento.

Gli agenti del Nost (Nucleo operativo sicurezza tattica) della Polizia locale, insieme a un veterinario di Ats e ai volontari di Enpa Monza, hanno sequestrato una intera cucciolata di cani e un esemplare di amstaff che sarebbero stati tenuti in precarie condizioni igienico sanitarie in due appartamenti a San Fruttuoso e nel quartiere Libertà. Ne dà notizia l’assessore comunale alla sicurezza Federico Arena nella sua pagina Facebook.

Il sequestro è l’esito di una serie di controlli nell’ambito del progetto tutela animali della Polizia locale di Monza: « scaturiti da varie segnalazioni» dice Arena. L’amstaff, di nome Franklin, ha le zampe posteriori paralizzate: «e ora - aggiunge l’assessore - potrà intraprendere un percorso di riabilitazione».

«Accogliere un cane significa prendersi la responsabilità di un’altra vita e va fatto con cognizione e responsabilità. In troppi, finito il periodo di lockdown, si sono recati al canile “restituendo” i cani, presi pochi mesi prima, che ora “non riescono più a gestire”. Non sono un vecchio giocattolo o un oggetto: Pensiamoci, bene, tutti, soprattutto in questo periodo natalizio in cui i desideri si trasformano in regali» dice Arena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA