Monza, era evaso dai domiciliari per perseguitare la moglie: il giudice lo manda in carcere
Monza polizia di Stato

Monza, era evaso dai domiciliari per perseguitare la moglie: il giudice lo manda in carcere

L’ultima evasione dai domiciliari è stata decisiva: il Gip di Monza ha disposto il carcere per un uomo di 48 anni più volte responsabile di atti persecutori nei confronti della moglie. La donna era stata raggiunta anche nel suo negozio.

Per lei era sempre più un incubo, lui aveva anche violato gli arresti domiciliari per perseguitarla presentandosi in diversi episodi sul luogo del suo lavoro. Proprio in virtù delle trasgressioni delle prescrizioni, il Gip di Monza ha disposto per l’uomo, 48 anni, la custodia cautelare in carcere.

LEGGI Aggredisce la moglie nel suo negozio a Monza: arrestato per stalking

L’aggravamento è stato determinato dopo la recente nota della Questura proprio in seguito all’ultima violazione: una settimana fa lui si era presentato ancora nel negozio della moglie, spaventandola e costringendola ancora una volta a chiamare le forze dell’ordine. Già in passato aveva trasgredito la misura cautelare che gli era stata assegnata in virtù del contesto abitativo e della vicinanza con i familiari di origine. Nonostante un arresto e un precedente divieto di avvicinamento del tribunale, non ha smesso di essere una presenza costante nella vita della donna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA