Monza e Concorezzo: tavolo di confronto sui fumi degli Asfalti, aperto anche ai comitati
Concorezzo Asfalti Brianza - foto d’archivio (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza e Concorezzo: tavolo di confronto sui fumi degli Asfalti, aperto anche ai comitati

Svolta sulla questione dei fumi maleodoranti della ditta Asfalti Brianza che raggiungono i residenti di Concorezzo e dei quartieri a est di Monza: si apre il tavolo di confronto tra le parti con la partecipazioni dei comitati dei cittadini.

Svolta sulla questione dei fumi maleodoranti della ditta Asfalti Brianza che raggiungono i residenti di Concorezzo e dei quartieri a est di Monza: si apre il tavolo di confronto tra le parti. Si è svolto giovedì al Comune di Monza un incontro convocato dal vicesindaco monzese Simone Villa insieme al Comune di Concorezzo, rappresentato dal sindaco Riccardo Borgonovo e ai rappresentanti di Arpa Monza e Brianza e Ats Brianza.

LEGGI Monza e Concorezzo, i residenti chiedono soluzioni per i fumi dell’asfalto

All’ordine del giorno il problema dei miasmi registrati negli ultimi mesi dai residenti del quartiere Sant’Albino derivanti dall’impresa di via Per Imbersago. L’azienda opera nel settore della produzione di asfalti sia per impieghi civili che industriali, nonché nella realizzazione di opere di ingegneria civile, strade, autostrade e piste aeroportuali.

Verifiche sull’impianto sono già state effettuate dagli enti preposti (Arpa), accertando il rispetto delle prescrizioni previste e rilasciate dalla Provincia di Monza e Brianza per poter operare: nonostante questo i disagi per i cittadini, evidenziati in particolare dai residenti di Concorezzo e dei quartieri Sant’Albino e Libertà di Monza.

Asfalti Brianza ha effettuato alcuni interventi per il contenimento degli odori con la posa di una schermatura perimetrale con pannelli di plexiglas, oltre alla realizzazione di un ponteggio con pannelli in lamiera a chiusura dell’impianto. Considerando che l’impianto a breve sospenderà l’attività per poi riprendere a febbraio, gli enti hanno stabilito di istituire un tavolo di coordinamento per il monitoraggio della situazione e la condivisione dei dati tecnici di rilevazione. Al tavolo sarà invitata anche una rappresentanza della popolazione esposta sia del Comune di Concorezzo che del Comune di Monza.

«Abbiamo concordato - spiega il sindaco Borgonovo – di istituire ufficialmente un tavolo di confronto tra tutti i soggetti, allargandolo a una rappresentanza dei cittadini toccati dal problema. Alla riunione convocheremo anche i rappresentanti di Asfalti Brianza. L’obiettivo è quello di arrivare a una normale e sostenibile convivenza tra l’attività produttiva e la popolazione, riducendo al minimo ogni forma di impatto ambientale».

«Coinvolgeremo anche i comitati cittadini e di quartiere – anticipa il Villa – per monitorare attivamente le esalazioni e valutare insieme le possibilità di mitigazione, sapendo che i dati confermano che ad oggi non esiste alcun rischio chimico o microbiologico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA