Metropolitana M5 a Monza, il sindaco Allevi: «Ora non si torna più indietro»
carotaggi giardini reali monza m5 lilla: i carotaggi degli interventi preliminari (Foto by Fabrizio Radaelli)

Metropolitana M5 a Monza, il sindaco Allevi: «Ora non si torna più indietro»

Il sindaco di Monza, Dario Allevi, commenta il via libera da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti all’accordo per il prolungamento della linea M5 della metropolitana fino a Monza: “Ora non si torna più indietro”.

“Ora non si torna più indietro”. Il sindaco di Monza, Dario Allevi, ha commentato così il via libera da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti all’Accordo siglato tra gli enti territoriali e trasmesso a Roma nelle scorse settimane per il prolungamento della linea M5 della metropolitana fino a Monza.

LEGGI Metropolitana M5 a Monza, ecco come sarà: stazioni light e mega deposito al Casignolo

La firma di Roma chiude la fase propedeutica della progettazione dell’opera e vincola tutti i fondi stanziati per il finanziamento: la quota votata dalla Giunta Comunale in estate era stata di 27 milioni e 500.000 euro.
Gli enti territoriali convolti, oltre alla città di Monza, sono i Comuni di Milano, Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni insieme a Regione Lombardia che si sono impegnati a sostenere la progettazione e i lavori per un importo di 365.000.000 di euro, pari al 28,85% del totale. Il resto, pari a 900 milioni, è assicurato dal finanziamento statale.

“Ora non si torna più indietro. Il prolungamento della metropolitana si conferma l’investimento più strategico per la nostra città degli ultimi 40 anni – ha detto il sindaco Dario Allevi - All’orizzonte, per il Comune, anche la predisposizione delle varianti urbanistiche e di tutto quanto necessario ancora per far sì che quest’opera, che porterà delle ricadute straordinarie sul territorio, possa inaugurarsi nel più breve tempo possibile”.

Il prolungamento della metropolitana prevede fermate in corrispondenza della stazione ferroviaria e della centrale Piazza Trento e Trieste e rappresenta “per la città di Monza un asset strategico, in grado di costruire un sistema di trasporto pubblico sempre più integrato e sostenibile, anche attraverso il potenziamento di questo fondamentale asse portante in direzione nord-sud”, conclude una nota del Comune.


© RIPRODUZIONE RISERVATA