Lissone: va sbattere e l’auto prende fuoco, salvato da un passante
L’auto del 34enne in fiamme

Lissone: va sbattere e l’auto prende fuoco, salvato da un passante

È stato un uomo di origini cingalesi a estrarre dall’auto un 34enne di Giussano che, a Lissone, era intrappolato nell’auto in fiamme dopo avere sbattuto con contro un cartellone stradale.

Ubriaco, è andato a sbattere contro un cartellone in una rotonda con la sua auto, che ha preso fuoco. È stato salvato da un cingalese di passaggio. È successo nella serata di giovedì 22 ottobre a Lissone. I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Desio hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un 34enne residente a Giussano. L’uomo, dopo aver perso il controllo della sua auto, è andato addosso ad un cartellone in una rotatoria. L’impatto è stato violento e all’interno dell’abitacolo è scoppiato un incendio, che presto si è sviluppato. In quel momento stava passando un uomo di 37 anni di origini cingalesi, residente a Lissone, che si è accorto del principio di incendio ed è subito intervenuto: ha estratto l’automobilista dal mezzo e lo ha portato in salvo, evitando tragiche conseguenze. Nel frattempo sono intervenuti i carabinieri, che hanno subito notato l’evidente stato di ubriachezza del 34enne. Lo hanno quindi sottoposto al test dell’etilometro e hanno riscontrato un tasso di quasi quattro volte superiore al limite consentito. È quindi scattato, per lui, il ritiro della patente e la denuncia all’autorità giudiziaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA