Lissone, musica da camera in piazza Libertà per un progetto di inclusione
Ezio Bosso (Foto by XBA)

Lissone, musica da camera in piazza Libertà per un progetto di inclusione

In programma il 19 giugno, s’inserisce nel partenariato tra l’IIS “Meroni” di Lissone con l’Isis “Casanova” di Napoli, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e l’associazione culturale Mar per il progetto “Ezio Bosso, la musica per l’altro”.

Sostenere il progetto “Ezio Bosso, la musica per l’altro” finalizzato a promuovere una campagna comunicativa sull’inclusione, sui temi del rispetto del prossimo e della promozione del patrimonio culturale, e nato dalla sinergia tra l’IIS “Meroni” di Lissone, l’Isis “Casanova” di Napoli e l’Accademia di Belle Arti di Napoli, articolato in attività didattico-laboratoriali.

Con queste finalità il Comune di Lissone ha dato l’ok al concerto di musica da camera a cura del sestetto “Stradivari”, sabato 19 giugno in piazza Libertà. L’iniziativa culturale, come detto, s’inserisce nel partenariato tra l’IIS “Meroni” di Lissone con l’Isis “Casanova” di Napoli, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e l’associazione culturale Mar per il progetto “Ezio Bosso, la musica per l’altro”, nato dalla volontà di commemorare il grande musicista e la sua straordinaria umanità.

Tra i vari step del progetto rientra infatti l’organizzazione di due concerti nelle città sede degli Istituti, Napoli e Lissone, con performance di musica da camera in memoria di Ezio Bosso, eseguite dal “Sestetto Stradivari” all’aperto e utilizzando come palcoscenico la Res – “Resonant String Shell”, scena acustica temporanea autocostruita, risultato della ricerca sul design per la risoluzione dei problemi acustici delle performance musicali all’aperto e che, insignita del premio Peter Lord Award 2015, si basa su una progettazione high-tech e su un modello costruttivo low-tech che ne consente lo spostamento e la fruizione didattica nella realizzazione.

La musica diventa non solo materia di studio, ma anche strumento di promozione del senso civico e, in particolare, di stimolazione delle competenze specifiche perché prevede il coinvolgimento attivo degli indirizzi di falegnameria, design, comunicazione e cinema che collaborano al piano di comunicazione, all’organizzazione degli eventi e alla progettazione e costruzione degli elementi di arredo della scena musicale.

L’appuntamento di sabato 19 giugno sarà gestito sotto ogni aspetto, a cominciare dal pubblico, con prenotazioni e assegnazione dei posti a sedere fino ad un massimo di 195, nel rispetto delle misure di distanziamento e sanitarie di prevenzione del contagio da Covid-19. In caso di previsioni meteorologiche avverse, l’organizzatore prevede la possibilità di anticipare la data del concerto a venerdì 18 giugno. Il Comune di Lissone ha concesso il patrocinio ed il sostegno tecnico-logistico all’evento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA