Limbiate: nessuna notizia di Giovannino Sepielli, ultima traccia alla stazione di Milano Cadorna
giovannino sepielli scomparso

Limbiate: nessuna notizia di Giovannino Sepielli, ultima traccia alla stazione di Milano Cadorna

È passata più di una settimana dalla sua scomparsa e Giovannino Sepielli sembra essere sparito nel nulla. L’ultimo avvistamento nel giorno della scomparsa, il 4 ottobre, alla stazione milanese di Cadorna.

È passata più di una settimana dalla sua scomparsa e Giovannino Sepielli sembra essere sparito nel nulla. La preoccupazione è sempre maggiore per l’81enne di Limbiate che è uscito di casa nella mattinata di giovedì 4 ottobre. Da quando la famiglia ha dato l’allarme, nella giornata di venerdì scorso, non è arrivata alcuna notizia di avvistamento nonostante il coinvolgimento della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”.

LEGGI La scomparsa

L’anziano, residente nei pressi dell’ex supermercato Unes, il 4 ottobre è uscito di casa intorno alle 8 e, come sua consuetudine, si è incamminato lungo la pista ciclopedonale sopra il Garbogera. In città è stato visto intorno alle 8,30 nella zona di via Trento e poi si è spostato a piedi a Varedo, dove poco dopo le 9,30 ha prelevato poche decine di euro al bancomat della Banca Intesa. Si è poi recato in stazione, dove ha preso un treno per Milano, come testimoniato dai filmati delle telecamere di videosorveglianza di Cadorna che alle 10,40 inquadrano proprio Giovannino Sepielli.

Questa è l’ultima sua traccia, dopo di che è letteralmente svanito nel nulla. Il limbiatese negli ultimi tempi aveva manifestato la volontà di tornare a Troìa, suo paese di origine in provincia di Foggia, e per questo la famiglia ha allertato i parenti rimasti in Puglia, dove però non è mai arrivato. L’81enne è alto 1,55, è calvo e ha gli occhi verdi. Si è allontanato senza documenti e senza effetti personali. Al momento della scomparsa indossava i jeans, una felpa grigio chiaro e un cappellino scuro con visiera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA