Influenza in Brianza, ospedali pieni: «Vaccinatevi, può salvarvi la vita»

Influenza in Brianza, ospedali pieni: «Vaccinatevi, può salvarvi la vita»

Suina o no, il contagio per l’influenza continua a crescere e gli ospedali di Monza e Brianza hanno i reparti pieni. Il direttore di infettivologia al San Gerardo: «Vaccinatevi anche adesso, solo in questo modo sarà possibile salvare delle persone».

L’influenza entra nel picco e l’elevata astensione dalla campagna di vaccinazione da parte dei soggetti più a rischio adesso presenta il conto. In aumento le richieste di accesso agli ospedali di Monza e Brianza di pazienti con complicanze cardiorespiratorie a causa dell’influenza. A confermare la tendenza è il dottor Andrea Gori (nella foto), responsabile delle Malattie Infettive del San Gerardo. «Non è una questione di numeri – precisa – In questo momento siamo subissati di richieste da ogni parte d’Italia». Richieste che arrivano proprio dalla grande specializzazione in queste problematiche con le èquipe dei professori Antonio Pesenti (Rianimazione), Alberto Pesci (Pneumologia) e Andrea Gori (Malattie Infettive). I problemi riguardano le alte percentuali di persone a rischio che non si sono vaccinate.

LEGGI anche “Otto ricoverati per l’influenza suina a Monza”

«Le complicanze dell’influenza riguardano pazienti che presentano patologie cardiovascolari, polmonari o patologie croniche e che non si sono vaccinati – precisa – Non ventenni in buona salute che hanno contratto l’influenza». L’astensione dalla vaccinazione sta mettendo gli ospedali ko. «In Svezia c’è un’aderenza al vaccino del 95 per cento della popolazione – precisa – In Italia ci sono aree che arrivano al 15 per cento». Accorato l’appello del dottor Gori. «Vaccinatevi anche adesso – precisa – Solo in questo modo sarà possibile salvare delle persone».


© RIPRODUZIONE RISERVATA