Il coronavirus rallenta ma non ferma la pizzeria inclusiva: il 2 aprile una pizza con Pizzaut “distanti ma vicini”
Monza Pizzaut (Foto by Fabrizio Radaelli)

Il coronavirus rallenta ma non ferma la pizzeria inclusiva: il 2 aprile una pizza con Pizzaut “distanti ma vicini”

L’associazione Pizzaut invita il 2 aprile a mangiare una pizza “distanti ma vicini”: è la giornata mondiale dell’autismo e ci sarebbe stata l’inaugurazione della pizzeria gestita da ragazzi autistici.

“Il 2 aprile mangiamo una pizza tutti insieme”. È l’appuntamento lanciato da Nico Acampora, fondatore del progetto Pizzaut, nella Giornata mondiale dell’autismo che ricorre appunto ogni anno il 2 aprile e in quello che sarebbe dovuto essere il giorno dell’inaugurazione a Cassina de’ Pecchi della prima pizzeria in Italia gestita da ragazzi autistici.

“Sarebbe stata una giornata straordinaria, piena di emozioni a ripagare la fatica di questi anni per costruire un progetto davvero inclusivo un progetto che regala un futuro, che regala dignità, che regala autonomia, che regala un progetto di vita a ragazzi spesso esclusi da tutto. Un lavoro vero è una speranza vera. Per ora tutto è rimandato ma sicuramente ce la faremo tutti insieme ce la faremo» scrive Pizzaut.

E poi l’invito ”per chi questa sera avrà voglia di cenare con noi distanti ma vicini e di fare una pizza in casa con i propri familiari” a postare foto video e pensieri sulla pagina facebook dell’associazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA