Gp d’Italia, la proposta di Aci Milano: “Intitoliamo una via di Monza ad Arturo Mercanti”
Monza Autodromo Ingresso Vedano (Foto by Fabrizio Radaelli)

Gp d’Italia, la proposta di Aci Milano: “Intitoliamo una via di Monza ad Arturo Mercanti”

Aci Milano pensa ai prossimi 100 anni dell’autodromo e lancia l’appello al Comune di Monza: “Intitoliamo una via di Monza ad Arturo Mercanti, il direttore dell’Automobile Club Milano che riuscì a realizzare l’Autodromo Nazionale di Monza in 110 soli giorni superando numerose difficoltà”.

Dopo la curva Parabolica intitolata al pilota Michele Alboreto, Aci Milano pensa alla prossima celebrazione e lancia l’appello al Comune di Monza: “Intitoliamo una via di Monza ad Arturo Mercanti, il direttore dell’Automobile Club Milano che riuscì a realizzare l’Autodromo Nazionale di Monza in 110 soli giorni superando numerose difficoltà”.

Lo ha proposto Geronimo La Russa, presidente dell’Automobile Club Milano, durante la conferenza stampa al Serrone della Villa reale che tradizionalmente fa seguito al Gran Premio d’Italia.

”Il prossimo anno i festeggiamenti del secolo di vita del circuito brianzolo, li dobbiamo proprio alla caparbietà e alla lungimiranza di Arturo Mercanti”, ha detto ancora La Russa.

LEGGI Autodromo, l’incidente in pista a Monza nel 1928 e le (prime) modifiche al tracciato
LEGGI Mi ritorni in mente: lo sport del Dopoguerra ha anche il volto dell’autodromo

LEGGI Brescia prima di Monza nella storia del Gran Premio d’Italia di Formula 1: l’omaggio di 25 vetture d’epoca della Mille Miglia

Guardando al 2021 ha ringraziato tutti coloro che hanno lavorato allo svolgimento del Gp d’Italia (da Aci Milano 300 Ufficiali di Gara, di cui 40 Commissari tecnici provenienti da tutta Italia e 20 Commissari di Percorso).

“Infine un grazie di cuore ai tifosi: a quelli che erano presenti nel circuito e a quelli che per vari motivi non hanno potuto partecipare all’evento. Faremo tesoro dei loro commenti e dei loro consigli che abbiamo letto soprattutto sui social, ci aiuteranno a costruire un Gran Premio sempre meglio organizzato e sempre più coinvolgente”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA