Gp d’Italia: la Parabolica di Monza intitolata  a Michele Alboreto, in pista la Ferrari numero 27
Autodromo intitolazione Parabolica a Michele Alboreto - foto Autdromo nazionale

Gp d’Italia: la Parabolica di Monza intitolata a Michele Alboreto, in pista la Ferrari numero 27

Sabato mattina la cerimonia di intitolazione della Parabolica dell’Autodromo nazionale di Monza a Michele Alboreto, l’ultimo italiano ad aver vinto un Gran Premio al volante della Ferrari.

Una piccola folla raccolta, la Ferrari numero 27 parcheggiata sulla Parabolica decorata con il disegno del casco di Michele Alboreto.Sabato mattina la cerimonia di intitolazione dell’iconica curva dell’Autodromo nazionale al pilota scomparso vent’anni fa durante dei test al Lausitzring. L’ultimo italiano ad aver vinto un Gran Premio al volante della Ferrari.

Presenti e commosse la moglie Nadia e le figlie: “Siamo felicissime perché dopo un bel po’ di tempo si è avverata una cosa che desideravamo tanto. Già dieci anni fa c’era stata una raccolta di firme che aveva superato quota 25.000 e, alla fine, gli hanno dedicato la curva che è il simbolo di Monza”.

Autodromo intitolazione Parabolica a Michele Alboreto - foto Autodromo nazionale

Autodromo intitolazione Parabolica a Michele Alboreto - foto Autodromo nazionale

Presenti anche l’ad della Formula Uno, Stefano Domenicali, il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, e il numero uno dell’Autodromo, Giuseppe Radaelli.

“Sono trascorsi 20 anni dalla sua scomparsa, ma il ricordo di Michele Alboreto resta vivo nei cuori di tutti noi”, ha commentato l’Autodromo sui suoi canali social.

“Una grande emozione. E, allo stesso tempo, una grande soddisfazione”, ha detto Geronimo La Russa, presidente dell’Autombile Club Milano

“Dieci anni fa - prosegue Geronimo La Russa - l’Automobile Club Milano aveva onorato la memoria di Alboreto intitolando la Sala del proprio Consiglio Direttivo, nel Palazzo di corso Venezia, con il suo nome. Oggi il percorso si conclude con questo altissimo gesto che, ne sono convinto, sarà davvero gradito e apprezzato da tutti gli appassionati di motori”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA