Fotoreporter ferito in Siria: Micalizzi colpito al volto, rischia un occhio
Monza Gabriele Micalizzi

Fotoreporter ferito in Siria: Micalizzi colpito al volto, rischia un occhio

Il fotoreporter monzese Gabriele Micalizzi è ricoverato nell’ospedale militare americano di Baghdad. Non è in pericolo di vita, ma avrebbe perso la vista da un occhio.

Il fotoreporter monzese Gabriele Micalizzi è ricoverato nell’ospedale militare americano di Baghdad. Non è in pericolo di vita, ma avrebbe perso la vista da un occhio: è stato ferito lunedì nel sud-est della Siria al fronte tra Isis e forze curde colpito al volto dalle schegge di una granata. Seguiva i combattimenti sulla riva orientale dell’Eufrate con un collega brasiliano della Cnn.

Monza Gabriele Micalizzi

Monza Gabriele Micalizzi

LEGGI Fotoreporter monzese ferito in Siria

Micalizzi, 34 anni, ex studente dell’Isa di Monza, ha fondato insieme ad alcuni compagni di studi con Alex Majoli di Magnum il collettivo Cesuralab, un gruppo di fotografi che si occupa di immagini a tutto tondo. Ha scattato foto di moda come di guerra - specializzandosi in Medio Oriente - per New York Times, New Yorker, Newsweek, Wall Street Journal, Espresso, Repubblica, Internazionale e Corriere Della Sera: “Io scatto foto per la storia”, ha detto di sé in una intervista a Esquire nel luglio 2018. In carriera anche la vittoria nel 2016 del talent di Sky Master of photography.


© RIPRODUZIONE RISERVATA