Fondi regionali per la pista ciclabile: è scontro tra Mezzago Democratica e l’assessore Corbetta (Lega)
Alessandro Corbetta

Fondi regionali per la pista ciclabile: è scontro tra Mezzago Democratica e l’assessore Corbetta (Lega)

Per la lista comunale di opposizione si tratta di: “Soldi pubblici destinati a pioggia a politici amici” , per il consigliere: «Frutto di un ordine del giorno votato all’unanimità dal Consiglio Regionale e quindi anche da Pd e 5 Stelle»

Sugli 80 mila euro dalla Regione per la pista ciclopedonale di collegamento con Cascina Orobona è scontro tra Mezzago Democratica e l’assessore regionale Alessandro Corbetta. Il gruppo di minoranza consigliare ha infatti aspramente criticato il procedimento di assegnazione dei contributi regionali con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook nella giornata di domenica 28 febbraio.

“I soldi che Regione Lombardia ha destinato “a pioggia” ai comuni, sono solo una parte del cosiddetto “Piano Lombardia”- si legge -. Questo Piano è ben descritto da Milena Gabanelli in un articolo del Corriere della Sera del 15 dicembre scorso . Meglio ancora è descritto in quale modo la Regione, responsabile di un vero e proprio disastro sanitario, distribuisce un’enorme quantità di denaro pubblico, finanziato con un indebitamento che per i prossimi anni pagheremo tutti, in favore agli amici di partito. Si, perché oltre ai 400 milioni di euro destinati a pioggia a tutti i comuni, la Regione destina oltre 725 milioni senza alcun criterio definito, senza bandi, senza alcuna valutazione degli interventi”.

“Tutti questi interventi vengono inseriti con un procedimento che davvero è contrario ad ogni norma sulla gestione dei soldi pubblici - scrive ancora il gruppo di minoranza - i consiglieri della Lega e del centrodestra propongono gli interventi attraverso “ordini del giorno” probabilmente a seguito di una telefonata di sindaci del proprio partito. A questa modalità si è evidentemente affidata l’amministrazione Rivabeni per ottenere la promessa di un contributo di 80.000 euro per il collegamento con Cascina Orobona: ad oggi non c’è nessun progetto e nessuno studio di fattibilità per l’opera. Non solo, il Sindaco ci ha tenuto a sottolineare, utilizzando i canali di comunicazione istituzionali del Comune, che le risorse arrivano grazie alla Lega: ci sembra davvero troppo! La realtà è che Lega e centrodestra in Regione usano spregiudicatamente soldi pubblici, per cui la Lombardia si indebita per i prossimi 30 anni, per fare opere nei comuni amici e ricevere consenso: in questo senso lo spot di Rivabeni sui canali istituzionali è davvero fuori luogo e irrispettoso delle più elementari regole istituzionali”.

Una accusa che l’assessore leghista Alessandro Corbetta ha voluto però rispedire al mittente: «I fondi stanziati dalla Regione Lombardia per la strada di collegamento con Cascina Orobona sono il frutto di un ordine del giorno votato all’unanimità dal Consiglio Regionale e quindi anche con il voto favorevole dei gruppi del Partito Democratico e dei Cinquestelle - si legge nella risposta -. La modalità con cui si è proceduto all’individuazione dell’opera da finanziare è quanto di più democratico esista: un documento presentato e votato in maniera unanime da un organismo democraticamente eletto quale il Consiglio Regionale della Lombardia. Fa specie che, a criticare la procedura, sia una lista che si definisce ‘democratica” a partire dal proprio nome. Per fortuna i cittadini non si lasciano trarre in inganno da questo tipo di considerazioni ma hanno motivo di soddisfazione nel sapere che, grazie alla collaborazione fra Comune e Regione, sarà realizzata una infrastruttura attesa da tempo. Per Mezzago la Regione ha stanziato risorse per 280 mila euro che, oltre al collegamento con la Cascina Orobona, consentiranno di riqualificare il piazzale antistante le scuole e il tratto della via Unione tra gli edifici scolastici e via don Redaelli, a beneficio di una maggior sicurezza per studenti e insegnanti. I fondi regionali permetteranno anche la realizzazione di altri interventi minori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA