Fondi da Regione Lombardia ai Vigili del fuoco volontari di Carate, Lazzate, Vimercate, Seregno e Lissone
Un mezzo dei vigili del fuoco in Brianza

Fondi da Regione Lombardia ai Vigili del fuoco volontari di Carate, Lazzate, Vimercate, Seregno e Lissone

Sono stati assegnati i 950mila euro di finanziamenti a fondo perduto stanziati da Regione Lombardia per i vigili del fuoco volontari. Fondi andranno a Seregno, Lissone, Carate, Lazzate e Vimercate.

Sono stati assegnati i 950mila euro di finanziamenti a fondo perduto stanziati da Regione Lombardia, su proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni, per migliorare le dotazioni dei 1.600 Vigili del fuoco volontari operanti sul territorio lombardo. Il bando, che si è chiuso il 31 luglio, era riservato alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (onlus) e alle associazioni di promozione sociale (Aps), che hanno tra le loro finalità statutarie il sostegno a uno o più distaccamenti volontari sul territorio lombardo, sede legale e operativa in Lombardia e che sono iscritte all’elenco regionale. Sono state presentate complessivamente 56 domande ammissibili da parte di 53 Onlus e Aps, che sono state tutte finanziate sino a un massimo, stabilito dal bando, di 25mila euro ciascuna.

Con questo stanziamento, che si aggiunge ai 700mila erogati lo scorso anno e ai 500mila euro del 2017, Regione Lombardia raggiunge la cifra di 2,15 milioni di euro di contributi a sostegno delle attività dei distaccamenti dei volontari, del rinnovo parco mezzi e delle dotazioni tecniche utilizzate negli interventi di soccorso tecnico urgente.

«La presenza capillare dei vigili del fuoco volontari sul territorio e la loro conoscenza approfondita delle zone dove operano - ha commentato l’assessore Foroni - sono un patrimonio unico e irrinunciabile per rispondere nel migliore dei modi alle emergenze. Sostenendo l’acquisto di nuove dotazioni, abbiamo contribuito a migliorarne la qualità e la tempestività negli interventi di soccorso urgente, a salvaguardia dell’incolumità di tutti i cittadini».

Le 53 associazioni beneficiarie del contributo regionale avranno tempo fino alla fine del 2019 per acquistare nuovi mezzi e gli strumenti oggetto della domanda presentata: mezzi e moduli antincendio, radio portatili, motoseghe, termocamere, motoventilatori, termoventilatori, cerca persone, torri faro e altro. A fare la parte del leone, la provincia di Brescia (dove sono concentrati la maggior parte dei distaccamenti volontari): 17 sono infatti le domande ammesse e finanziate da Regione Lombardia. A seguire: la provincia di Como con 7; quella di Milano 6; Monza e Sondrio con 5; Pavia e Bergamo con 4; Lecco con 3; Varese e Lodi con 2; Cremona con una. Per quanto riguarda la Provincia di Monza, il contributo di 85.551 euro è stato destinato a 5 Onlus/Aps: Associazione Amici dei Pompieri di Carate Brianza (Carate Brianza); Amici dei Pompieri di Lazzate (Lazzate); Associazione Civici Pompieri Volontari Lissone (Lissone); Associazione di Volontariato Amici dei Pompieri di Seregno Onlus (Seregno); Associazione Amici dei Pompieri di Vimercate (Vimercate).


© RIPRODUZIONE RISERVATA