Festa della biblioteca Pozzoli a Seregno: successo, Costituzione ai diciottenni e oltre cento prestiti
Il gruppo dei 18enne che hanno ricevuto il libro della Costituzione Italiana (Foto Volonterio)

Festa della biblioteca Pozzoli a Seregno: successo, Costituzione ai diciottenni e oltre cento prestiti

La quinta edizione della festa della biblioteca civica Ettore Pozzoli di Seregno, domenica 10 ottobre , è andata in archivio con un bilancio più che positivo, perché oltre alle iniziative programmate, alla reception sono stati registrati oltre cento prestiti di libri.

“Una volta di più la festa della biblioteca civica Ettore Pozzoli è stata un bel richiamo - ha detto l’assessore alla cultura del comune di Seregno, Federica Perelli - possiamo essere soddisfatti sia dell’affluenza dei bambini che hanno assistito alla doppia rappresentazione, mattino e pomeriggio “A spasso con i lupi”, lettura- spettacolo di una fiaba, sia del buon numero di giovani diciottenni a cui abbiamo consegnato una copia della Costituzione Italiana, ma anche della presenza di adulti”.

La quinta edizione della festa della biblioteca di domenica 10 ottobre, è andata in archivio con un bilancio più che positivo, perché oltre alle iniziative programmate, alla reception sono stati registrati oltre cento prestiti di libri. Tra la rappresentazione mattutina e quella pomeridiana più di cento bambini accompagnati dai loro genitori hanno assistito divertiti e contenti alla recita della fiaba “A spasso con i lupi”, rappresentata dalla “Equivochi compagnia teatrale” con Davide Scaccianoce e Beatrice Marzorati, Paui Galli.

Per il quarto anno consecutivo, buona anche la risposta dei neo diciottenni, oltre cinquanta, che alle 15, hanno risposto all’invito del sindaco e dell’amministrazione per la consegna della copia della Costituzione italiana. Un gesto simbolico di benvenuto nella comunità adulta. I giovani sono stati accolti dal messaggio di saluto in videoconferenza del sindaco Alberto Rossi, impegnato fuori sede, il quale ha sottolineato che “prendersi cura della comunità e contribuire a renderla più bella è importante ed è un dovere, senza mai dimenticare di restare all’interno dei canoni stabiliti dalla Costituzione. Spesso prevale la tentazione di pensare ai fatti propri, ma questo porta all’egoismo. La Costituzione è un invito, uno stimolo a prendersi cura del bene e del bello”.

Prima di chiudere il suo intervento ha chiesto agli attuali 18enne di ripresentarsi il prossimo anno all’appuntamento della festa della biblioteca tanto da essere loro i protagonisti della consegna della Costituzione ai nuovi diciottenni. È seguita la lettura da parte di Davide Scaccianoce e Beatrice Marzorati, di un brano del libro di Ray Bradbury “Fahrenheit 451”, e dell’articolo n. 34 dal discorso sulla Costituzione che Piero Calamandrei ha rivolto il 26 gennaio 1955. Quindi le testimonianze di giovani volontari: Filippo Turati (Avis), Ilaria Ghiotto (Seregno Soccorso) ed Elena Colombo (Seregn de la memoria), un’occasione e al tempo stesso un invito ai giovani presenti di prendere contatto con questo vasto mondo che ha necessità di rincalzi ma che è in grado di offrire tante soddisfazioni e arricchimento. Infine l’assessore Perelli ha consegnato materialmente il libretto dei Costituzione ai giovani presenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA