Fase 2, in Lombardia obbligo misurazione temperatura sul luogo di lavoro
Vimercate controllo temperatura (Foto by Michele Boni)

Fase 2, in Lombardia obbligo misurazione temperatura sul luogo di lavoro

Da lunedì 18 maggio in Lombardia i lavoratori devono essere sottoposti al controllo della temperatura corporea prima accedere al luogo di lavoro. Raccomandata anche per utenti e clienti.

Da lunedì 18 maggio in Lombardia i lavoratori devono essere sottoposti al controllo della temperatura corporea prima accedere al luogo di lavoro. Ed è raccomandata “fortemente” la misurazione della temperatura ai clienti o agli utenti. Lo prevede un’ordinanza regionale: se la temperatura risulterà superiore a 37,5 non sarà consentito l’accesso o la permanenza; il lavoratore sarà momentaneamente isolato e poi rimandato a casa mentre il datore di lavoro, tramite il medico competente, dovrà comunicare la circostanza all’Ats.

La misurazione della temperatura corporea è necessaria anche se dovessero manifestarsi i primi sintomi di infezione respiratoria da COVID – 19 (es. tosse, raffreddore, congiuntivite) durante l’attività di lavoro. Un protocollo che molte aziende hanno già messo in atto dall’inizio dell’emergenza.

L’ordinanza è valida fino al 31 maggio per garantire la tutela della salute in tutti i luoghi di lavoro in Lombardia, come ad esempio attività produttive, uffici, negozi, attività aperte al pubblico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA