Ex Borsa a Monza, il Comune promette: «Presto un bando europeo per il recupero»
L’edificio dell’ex scuola Borsa

Ex Borsa a Monza, il Comune promette: «Presto un bando europeo per il recupero»

Il comune di Monza emanerà un bando europeo per la progettazione e per la direzione lavori della ristrutturazione dell’edificio ex Borsa, il cantiere poi dovrebbe aprirsi nei primi mesi del 2017.

La sorpresa è arrivata al termine della lezione in piazza Trento e Trieste (e in alcune strade limitrofe del centro cittadino) che si è svolta sabato 30 aprile. I rappresentanti del comitato genitori del liceo artistico Nanni Valentini insieme agli altri protagonisti della protesta in piazza sono stati ricevuti dall’assessore all’Istruzione Rosario Montalbano (in un secondo momento si è aggiunto al gruppo pure il sindaco Roberto Scanagatti) per una comunicazione che ha fatto felici i manifestani «L’incontro - spiega una delle anime della protesta, Luciano Morabito del Comitato genitori - è stato considerato da noi estremamente positivo perché, sia l’assessore prima che il sindaco poi, ci hanno garantito che il comune emanerà un bando europeo per la progettazione e per la direzione lavori della ristrutturazione dell’edificio ex Borsa, il cantiere poi dovrebbe aprirsi nei primi mesi del 2017. I lavori di pulizia già avviati, ci hanno spiegato, servono proprio a rendere possibili le visioni e i rilievi di chi vorrà partecipare al bando». Certo, mancano ancora i quasi 5 milioni di euro promessi dalla Regione Lombardia un anno fa per riparare l’ex scuola Borsa che si affaccia su via Boccaccio.

LEGGI L’annuncio della protesta in piazza a Monza

LEGGI I primi lavori per ripulire l’area del decrepito edificio ex Borsa

LEGGI La protesta degli studenti dello scorso anno

«Non possiamo che essere felici di questo impegno che l’amministrazione comunale si è preso - conclude Morabito -, e lo consideriamo una forte garanzia che questa volta davvero si arriverà a avviare il cantiere tanto atteso».


© RIPRODUZIONE RISERVATA