Emis Killa contro il politicamente corretto: «Ha rotto il c.....». Bufera social. E tira in ballo la Madonna e il catechismo
Il rapper vimercatese Emis Killa

Emis Killa contro il politicamente corretto: «Ha rotto il c.....». Bufera social. E tira in ballo la Madonna e il catechismo

Il politicamente corretto «ha rotto il c....». Parola del rapper vimercatese Emis Killa, che ha affidato ad alcuni tweet il suo pensiero sull’argomento, scatenando centinaia di reazioni social. E ha tirato in ballo anche la Madonna e il catechismo.

«Sono per l’eguaglianza, nessuno escluso, ma non sono per l’ipocrisia o il vittimismo». Sta facendo molto rumore sui social, negli ultimi ultimi giorni, la presa di posizione del rapper vimercatese Emis Killa, al secolo Emiliano Rudolf Giambelli. Con una serie di tweet al vetriolo, il musicista di Vimercate ha lanciato bordate contro il politicamente corretto che, secondo lui, «ha rotto il c.... Non ci si può sentire offesi per qualsiasi cosa» ha cinguettato il 6 maggio. E poi ha rincarato la dose: «Di sto passo va a finire che se uno str... ti mette le mani addosso e reagisci devi sperare che sia italiano, etero e atletico se no sei razzista, omofobo o “bullo”. E che c...». E che fosse bello carico quel 6 maggio, lo dimostra anche il tweet successivo: «In tutto ciò rimuovono contenuti e immagini dai cartoni con accuse quali “baci non consensuali”, però a catechismo ti raccontano di una vergine maria che viene ingravidata a sua insaputa dallo spirito “santo” e tutto fila liscio ugualmente. Ma andate a c...... e svegliatevi».

Poi, la precisazione: «Riguardo i tweet appena condivisi, chiunque abbia un Q.I. Superiore a 28 capirà il senso delle mie parole e soprattutto che non c’è nessun attacco a nessuna minoranza/etnia/tipologia di persone. Sono per l’eguaglianza, nessuno escluso, ma non sono per l’ipocrisia o il vittimismo».

Infine, per chiudere una giornata particolarmente vivace dal punto di vista della comunicazione, ha scritto: «Ora mi guardo Frozen con mia figlia e vi auguro una buona notte. Ps: speriamo nessuno si incazzi perché il pupazzo di neve l’han fatto bianco. Ciao»


© RIPRODUZIONE RISERVATA