Dote sport, asili nido e imprese: tre bandi del Comune di Seregno per la ripartenza
Un’attività commerciale di Seregno aperta

Dote sport, asili nido e imprese: tre bandi del Comune di Seregno per la ripartenza

Dote sport, asili nido, imprese. Ha preso il via in questa settimana e terminerà nel giro di pochi giorni la pubblicazione dei bandi che l’amministrazione comunale di Seregno ha definito, per cercare di andare incontro alle esigenze del territorio locale nella difficile ripartenza.

Ha preso il via in questa settimana e terminerà nel giro di pochi giorni la pubblicazione dei bandi che l’amministrazione comunale di Seregno ha definito, per cercare di andare incontro alle esigenze del territorio locale nella difficile ripartenza che il lockdown deciso per arginare la diffusione del Coronavirus ha determinato. «Pubblichiamo quasi contemporaneamente -ha commentato il sindaco Alberto Rossi- tre bandi per altrettante misure a sostegno di realtà tra loro molto diverse. Ci rivolgiamo alle imprese penalizzate dal confinamento, per dare loro una mano a rimanere in attività ed a ripartire. Lo stesso facciamo con gli asili nido privati, punto di riferimento per le famiglie e che quindi devono essere in condizioni di poter continuare a funzionare. Per lo sport, invece, abbiamo pensato ad una misura che non sia episodica ma che, già dal prossimo anno, vogliamo che diventi strutturale».

Dote sport

C’è tempo fino a venerdì 30 ottobre per presentare la domanda per ottenere la Dote sport comunale, strumento introdotto ex novo dall’amministrazione comunale. Hanno diritto ad un contributo una tantum di 100 euro coloro che hanno un’età compresa tra i 6 ed i 17 anni, con alle spalle nuclei familiari con un Isee inferiore ai 20mila euro, che risultino partecipanti ad un corso o ad un’attività sportiva per la stagione 2020-’21, con previsione di una quota di iscrizione. Sulla base delle istanze pervenute, sarà redatta una graduatoria e le erogazioni saranno assegnate fino all’esaurimento dei fondi. Sono inoltre contemplate dieci doti ulteriori, del valore di 200 euro ciascuna, per atleti che abbiano raggiunto risultati sportivi prestigiosi, individuali o di squadra, a carattere nazionale o regionale. Il regolamento del bando indica che la dote inerente l’inserimento in graduatoria e quella per il merito sportivo non siano cumulabili.

Per le imprese

Le imprese troveranno a disposizione 400mila euro, destinati a realtà piccole o micro, che abbiano subito un’interruzione forzata dell’attività durante la fase più critica dell’emergenza sanitaria. Il bando, che uscirà prima di Ferragosto, contempla contributi fino ad un massimo di 500 euro, a copertura delle spese relative ai canoni di affitto, e contributi fino a 250 euro, per le spese per le utenze di energia elettrica, gas ed acqua sostenute per gli immobili che ospitano le attività penalizzate dalle disposizioni governative in tema di Coronavirus.

Per gli asili nido

È invece già online sul sito internet comunale www.comune.seregno.mb.it il bando che vuole offrire una mano agli asili nido privati. La finalità in questo caso è quella della parziale copertura dei danni economici che le imprese private hanno registrato, in relazione alla sospensione dell’attività durante le settimane del lockdown. Il contributo ad enti gestori di asili nido privati, micronidi e nidi famiglie, che non abbiano già accesso ad altre forme pubbliche di sostegno, è parametrato fino ad un massimo di 100 euro per ogni iscritto e per ogni mese di chiusura. Prima di erogare il denaro, saranno valutati con maggiore favore i soggetti che abbiano applicato una riduzione o l’esonero delle rette di frequenza a carico delle famiglie. Le domande andranno presentate in questo caso entro sabato 12 settembre.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA