Da Carate Brianza in Croazia: le case mobili per i terremotati di Petrinja
Alcune delle mobile home per i terremotati croati

Da Carate Brianza in Croazia: le case mobili per i terremotati di Petrinja

In Croazia, i terremotati di Petrinja avranno delle case mobili made in Carate Brianza da Crippaconcept e CR Abitare, un aiuto importante alle famiglie.

Il terremoto sta mettendo a dura prova gli abitanti di Petrinja in Croazia e dalla Brianza arriva un aiuto concreto per le famiglie rimaste senza casa. A offrirlo, in forma di abitazioni mobili, Crippaconcept e CR Abitare, aziende italiane produttrici di mobile home con sede in Croazia.

«La tragedia del terremoto che nei giorni scorsi ha colpito Petrinja portando distruzione, morti e gravi difficoltà, ci ha lasciato senza parole - ha spiegato Sergio Redaelli amministratore Crippaconcept e CR Abitare - Il governo locale, l’Associazione Camping Croazia e i nostri collaboratori croati, si sono attivati per capire quali siano le necessità̀ immediate per ripristinare le condizioni di sicurezza soprattutto per chi ha perso anche la casa».

La necessità più urgente è risultata proprio la casa e quindi, prosegue l’amministratore: «con Crippaconcept e CR Abitare abbiamo organizzato l’invio di mobile home in favore degli abitanti croati colpiti dal terremoto che ha provocato distruzione e vittime soprattutto a Petrinja, Glina e Sisak, perché possano offrire un riparo sicuro a chi ha più bisogno, in tempi brevi. A questo scopo cercheremo di coinvolgere tutti i nostri clienti della Croazia, ma anche gli italiani. In un momento così difficile e sofferto, riteniamo opportuno e necessario aiutare le comunità di Petrinja, Glina e Sisak, i governi locali e le associazioni camping croate, Kamping U druženje Hrvatske KUH e Hrvatska Udruga Turizma HUT a cui ci lega un sentimento di amicizia e vicinanza e a cui inviamo il nostro abbraccio affettuoso».

Le aziende brianzole, mentre hanno inviato le case mobili, hanno anche ringraziato le autorità croate.

«Cogliamo l’occasione per ringraziare anticipatamente il Ministero del Turismo Croato che ha considerato l’impiego delle maxi-caravan che produciamo per rispondere prontamente all’emergenza creatasi - ha concluso Sergio Redaelli - Siamo felici di poter dare il nostro contributo e che le maxi-caravan siano considerate la soluzione idonea per rispondere a questo tipo di catastrofi. Non saranno un alloggio fortuito come le tende, ma garantiranno un’accoglienza sicura e confortevole alle persone colpite dal terremoto fino al termine dell’emergenza, anche in presenza di condizioni tipiche della stagione invernale».

Chi volesse contribuire in prima persona ad altre iniziative benefiche a sostegno dell’Emergenza Petrinja lo potrà fare al link della Croce Rossa Croazia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA