Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 7 febbraio 2019
prima pagina il CittadinoMb 7 febbraio 2019 (Foto by Chiara Pederzoli)

Cosa c’è sul Cittadino di giovedì 7 febbraio 2019

Sul Cittadino di giovedì 7 febbraio 2019 la lettera con cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella fa gli auguri al giornale per i suoi 120 anni dalla fondazione.

“Centoventi primavere sono un’ottima notizia per la redazione, l’editore e la comunità dei lettori”: scrive così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella lettera sul Cittadino di giovedì 7 febbraio 2019 con cui fa gli auguri al giornale per i suoi 120 anni dalla fondazione. La lettera del Quirinale arriva con l’annuncio di una serie di speciali che ripercorreranno le storie della città, la cronaca di Monza e la vita del giornale che ha attraversato tre secoli ininterrottamente.

IL CITTADINO È ANCHE NELL’EDICOLA DIGITALE

prima pagina il CittadinoMb 7 febbraio 2019

prima pagina il CittadinoMb 7 febbraio 2019

Prosegue intento la rubrica “CentoVenti” che racconta settimana per settimana cos’è successo in città 120 anni fa, l’età del giornale. Questa volta un fatto di rilevanza nazionale: la prima ferrovia elettrica italiana inaugurata il 7 febbraio 1899 nella tratta Monza-Milano.

In cronaca il racconto dell’indagine di Libera che spiega la percezione dei lombardi nei confronti delle mafie e il coraggio di una maestra monzese e del suo progetto alla scuola primaria Dante per educare all’antimafia.

Mentre il tribunale respinge un ricorso del Viminale su un permesso di soggiorno, il Cittadino si occupa di violenze: quella di un uomo condannato per le botte verso la compagna e di uno stalker recidivo che sarà sorvegliato come i mafiosi.

Nelle cronache della settimana resta il problema dei trasporti pubblici: mentre i sindaci sostengono il piano per la tariffa unica, chiedono al presidente della Provincia di non favorire lo scontro tra Regione e Comune di Milano nonostante da Roma arrivino pessime notizie con il blocco dei finanziamenti per il sistema. Stop che mette a rischio gli autobus con la possibilità di nuovi tagli.
Intanto anche Altroconsumo boccia il servizio ferroviario sulle linee che attraversano Monza.

Buone notizie: il Comune di Monza nel 2019 programma l’assunzione di quasi 60 dipendenti, mentre nel calo generale delle nascite si registra il baby boom di Cederna dove aumenta il tasso di natalità rispetto all’anno precedente.
Oltre a un’ampia indagine sulle cabine del telefono sopravvissute a Monza, il Cittadino racconta le storie di Camillo Zamboni quasi 90enne accademico del Cai e fondatore della Stramilano, della Cascina del Sole che sta per compiere dieci anni, di una grande storia d’amore monzese e della comunità peruviana che apre una sede dedicata al ballo della marinera.

Le cronache dei quartieri: le notti alcoliche di via Moriggia, lo sport inclusivo del Nei, la nuova comunità Sirio di San Rocco per i minori non accompagnati e l’edicola di Cazzaniga che oltre a bar diventa anche panificio. Ci sono ancora l’inaugurazione della nuova sede del Fai, il grande progetto del liceo Valentino che vuole rifondare l’Isia con un progetto che sta per arrivare sul tavolo del ministro Bussetti.

Oltre alla rinnovata sagra di San Biagio, c’è il Monza che conquista i quarti di finale di Coppa Italia, la Saugella che sogna l’azzurra Paola Egonu e la battaglia per il rinnovo del gran premio di formula 1.

Sul CittadinoPiù. Mentre Assolombarda rilancia la battaglia per l’importanza delle infrastrutture sul territorio, la storia del marchio dei panettoni Bettini che chiude e, in cultura e spettacoli, l’avventura del monzese Irama che si gioca la sfida per la conquista del festival di Sanremo.

In edicola lo speciale pubblicitario Affari di casa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA