Coronavirus, l’ordinanza di Monza: «Proteggere i cittadini più fragili»
Monza Intervista sindaco Dario Allevi (Foto by Fabrizio Radaelli)

Coronavirus, l’ordinanza di Monza: «Proteggere i cittadini più fragili»

Cosa prevede la nuova ordinanza firmata dal sindaco Dario Allevi con misure prudenziali valide fino all’8 marzo per la seconda settimana di emergenza Coronavirus: sospese le attività scolastiche; chiusi i centri anziani, i centri di animazione socioeducativa e i 10 centri civici cittadini.

Il sindaco di Monza Dario Allevi ha firmato domenica una nuova ordinanza che dispone l’attivazione di una serie di misure prudenziali valide fino al prossimo 8 marzo: “L’obiettivo era e resta la protezione e la salute dei cittadini, soprattutto di quelli più fragili”, ha detto il sindaco.

LEGGI Coronavirus, l’ordinanza per la seconda settimana di emergenza in Lombardia - VIDEO La conferenza stampa in Regione

A partire da lunedì 2 marzo restano chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi i nidi. Presente in istituto il personale.

Per evitare pericoli per gli utenti più fragili il Comune ha stabilito di chiudere anche i centri anziani, i centri di animazione socioeducativa e i 10 centri civici cittadini.

Gli uffici pubblici comunali restano regolarmente aperti, pur con le necessarie precauzioni, mentre si conferma la chiusura di alcune attività di front-office.

L’Ufficio Anagrafe e gli sportelli del Punto Comune (anagrafe, stato civile, ufficio funerario, ufficio elettorale e sportello badanti/stranieri) con ingresso in Piazza Carducci restano aperti al pubblico con ingressi contingentati solo per il rilascio di alcuni documenti: l’elenco completo è consultabile online su www.comune.monza.it.
Alcuni servizi vengono erogati online su www.servizionline.comune.monza.it e comunque informazioni e segnalazioni possono essere in ogni momento effettuate via email o al telefono. A questo proposito il sindaco raccomanda nuovamente di recarsi di persona agli sportelli comunali solo in caso di necessità indifferibili e di rimandare appuntamenti o richieste di documenti qualora non urgenti.

Fino all’8 marzo è confermata la sospensione dell’attività dei seguenti sportelli front-office: Ufficio polo catastale; Eco Sportello; Ufficio Impianti Termici; Ufficio Diritti degli Animali; Ufficio controllo del territorio; Ufficio Polizia Amministrativa; Ufficio Commercio su aree private e pubbliche; Ufficio Edilizia (tranne accesso agli atti); Ufficio Servizi Scolastici compresi i Servizi per l’Infanzia; Ufficio Segretariato Sociale (tranne gli appuntamenti già fissati); Ufficio Giovani, Ufficio Assicurazioni; Ufficio Giardini e aree verdi; Ufficio Manutenzione Cimiteri. Per tutti questi sportelli è possibile fruire dei servizi online e di consulenza telefonica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA