Coronavirus a scuola: la situazione a Monza e in Brianza
Scuola, una aula

Coronavirus a scuola: la situazione a Monza e in Brianza

A Monza non più solo scuole superiori con classi in quarantena: casi alla primaria Alfieri e alla scuola dell’infanzia Nazario Sauro.La situazione a Usmate Velate, Besana in Brianza, Barlassina, Seregno.

A Monza non più solo scuole superiori con classi in quarantena. Anche alla primaria Alfieri una sezione è stata chiusa per un caso di positività al covid. Bambini in isolamento fiduciario in attesa di sapere il risultato del tampone, un po’ di agitazione tra le famiglie. Lo stesso vale per la scuola dell’infanzia Nazario Sauro, per una positività nel personale ausiliario: asilo chiuso due giorni per le sanificazioni.
Al liceo Frisi i contagi sono aumentati, sono quattro le classi che sono a casa e seguono le lezioni in remoto.

«Si naviga a vista, i casi sono quotidiani - sottolinea Lucia Castellana, dirigente del Frisi - La nostra organizzazione che prevede la presenza in aula di metà dei ragazzi consente, da un lato di limitare i contatti, dall’altro chi è in isolamento fiduciario potrà continuare a seguire le lezioni in remoto».
I protocolli Ats consentono di intervenire in maniera tempestiva, così come l’attenzione dei ragazzi e delle famiglie.

Per poter garantire il distanziamento alla scuola media Bonatti ci sono ancora difficoltà per la commistione con il liceo Porta: l’istituto superiore ha restituito quattro aule alla media ma non sono state consegnate le chiavi.

In Brianza. L’ultimo caso comunicato, giovedì mattina, riguarda una classe della scuola media di Usmate Velate. Si tratta della prima positività negli istituti del Comune. ”A seguito di una positività riscontrata fra gli alunni, nella giornata di mercoledì è stata presa la decisione di porre in quarantena una classe della scuola secondaria di primo grado Luini - si legge nella nota - Gli altri studenti e le rispettive insegnanti potranno continuare a frequentare la scuola non avendo avuto contatti con l’alunno (di cui per privacy non si indica né il sesso né la classe di appartenenza) risultato positivo”.

«Come avvenuto in molte altre realtà limitrofe, anche ad Usmate Velate registriamo il primo caso di positività al Covid-19 all’interno di una scuola con conseguente messa in quarantena di una classe - ha detto il sindaco Lisa Mandelli - Pur rispettando tutti i protocolli e comportandosi con estrema attenzione, è da prevedere che situazioni simili possano accadere ed anche ripetersi. Questi fatti ci confermano che il virus sta circolando e che da settembre ha ripreso forza, come dimostra la crescita dei contagi anche nel nostro comune».

È di mercoledì il caso reso noto a Besana in Brianza: anche qui si tratta di una classe delle scuole medie Aldo Moro in sorveglianza attiva per la positività di uno studente, “senza gravità”.

“L’indagine epidemiologica è stata eseguita da Ats. I professori con cui c’è stato un contatto hanno già fatto il tampone e i ragazzi dovranno farlo tra pochi giorni. La scuola sta predisponendo la didattica a distanza”, fa sapere il sindaco Emanuele Pozzoli.
A Besana è stato convocato per giovedì il Centro Operativo Comunale per le nuove misure di prevenzione e assistenza delle persone in sorveglianza attiva e positive a domicilio.

In quarantena fino al 12 ottobre una classe di scuola media a Barlassina per la positività di uno studente, la prima registrata in paese dalle ripresa delle attività scolastiche e sportive.

A Seregno due classi della scuola media Mercalli hanno lavorato con didattica a distanza fino a mercoledì: una prima dopo l’esito dei tamponi è rientrata regolarmente, una terza sarà in quarantena fino al 16 ottobre per la positività di due alunni.

Al liceo Ballerini c’è una quarta superiore in quarantena fino al 9 ottobre anche in questo caso per la positività di due studenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA