Comunità pastorale e Caritas di Arcore riscaldano i profughi della Bosnia
Il logo dell’iniziativa

Comunità pastorale e Caritas di Arcore riscaldano i profughi della Bosnia

Organizzata per il fine settimana una raccolta di coperte, sacchi a pelo, tende da campeggio, cappotti e giacche a vento pesanti, ma anche di mascherine a favore dell’associazione missionaria Ministero Sabaoth di Monza.

La comunità pastorale Sant’Apollinare e la Caritas di Arcore sostengono due iniziative a favore dei profughi dei Balcani aderendo al progetto “Riscaldiamo la Bosnia” dell’associazione missionaria Ministero Sabaoth di Monza. Sabato 30 gennaio, dalle 15 alle 19 e domenica 31 gennaio, dalle 8.30 alle 12.30 si terrà la raccolta di coperte, sacchi a pelo, tende da campeggio, cappotti e giacche a vento pesanti, mascherine presso il salone Don Luigi Gaiani, Centro parrocchiale Giovanni XXIII, piazza della chiesa di Sant’Eustorgio. Le famiglie che partecipano alla messa domenicale delle 10 in Agorà, potranno lasciare il materiale presso l’Oratorio.

LEGGI Monza: dopo le Scatole di Natale Monica Benacchio lancia “Riscaldiamo la Bosnia”

Per sostenere in parallelo i progetti di emergenza di Caritas Ambrosiana in favore di profughi in Bosnia si possono effettuare anche delle donazioni in denaro collegandosi al sito della Caritas oppure facendo un bonifico con l’Iban IT82Q0503401647000000064700 presso il Banco BPM intestato a Caritas Ambrosiana Onlus specificando come causale : Emergenza profughi nei Balcani.

Con 10 euro si dona un kit: 2 paia di calze invernali + 2 mutande, con 17 euro una felpa, con 18 euro un sacco a pelo, con 25 euro delle scarpe invernali, con 70 euro un pallet di legna per scaldarsi e cucinare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA