Compleanno con raccolta fondi a Monza: i duchi di Savoia festeggiano in Villa reale
Vittorio Emanuele di Savoia e la moglie Marina Doria (Foto by Pozzoni Carlo)

Compleanno con raccolta fondi a Monza: i duchi di Savoia festeggiano in Villa reale

Marina Doria e Vittorio Emanuele di Savoia a Monza per una colazione di gala con raccolta fondi per iniziative benefiche in occasione del loro compleanno (che per entrambi è stato il 12 febbraio). Domenica mattina in Villa reale.

Per il primo evento dell’anno hanno individuato un’occasione che potesse essere di buon auspicio per almeno due ordini di motivi: quella del genetliaco di Vittorio Emanuele (nato il 12 febbraio 1937) e Marina Doria (12 febbraio 1935), duchi di Savoia e principi di Napoli, e quella del secondo compleanno del vicariato della città di Monza e della provincia di Monza e Brianza degli Ordini dinastici della Real Casa di Savoia.

Per le dame e per i cavalieri monzesi e brianzoli l’appuntamento è alle 10 di domenica 17 febbraio e il luogo non è certo lasciato al caso: sarà la cappella di corte della Villa reale ad accogliere gli invitati, che per l’occasione indosseranno abiti da chiesa, uniformi e onorificenze da giorno. In quegli spazi monsignor Giuseppe Merisi, vescovo emerito di Lodi, celebrerà il sacro rito, a cui farà seguito un pranzo di beneficenza.

«Non solo la storia di Monza è strettamente legata a quella di Casa Savoia: è anche intrecciata alla storia d’Italia. Si pensi ad esempio alla Corona ferrea, usata per secoli per l’incoronazione dei re d’Italia»: parola del commendatore Luigi Mastroianni, vicario per la città di Monza e per la provincia di Monza e Brianza degli ordini dinastici della Real Casa di Savoia. Classe 1967 e residente a Besana in Brianza, Mastroianni nella vita di tutti i giorni organizza eventi d’alto rango e insegna privatamente comunicazione e buone maniere.

È lui a guidare le dame e i cavalieri del territorio dalla nascita del vicariato nostrano, due anni fa. Appena confermato, ricoprirà l’incarico per i prossimi tre anni: «I nostri ordini sono impegnati a fare del bene, a operare per il prossimo - ha spiegato - lo aiutiamo attraverso l’appartenenza a un ordine antico, che si fonda su valori forti e, oggi più che mai, contemporanei. In due anni sono entrati a far parte dei nostri ordini oltre duecento tra dame e cavalieri».

Alla santa messa seguirà una colazione di gala in onore di Vittorio Emanuele e Marina Doria allestita nella Sala Bianca e nella Sala à manager della reggia piermariniana: un evento a scopo benefico, che ha l’obiettivo di raccogliere fondi da dedicare alle opere assistenziali promosse dagli Ordini: «Tra le altre, abbiamo scelto di sostenere il restauro di un quadro che ritrae la Villa Reale», ha aggiunto ancora Mastroianni.
Si tratta del dipinto “La Villa Reale di Monza”, del 1899, attribuito a Clelia Grafigna e oggi custodito negli spazi del Museo e Real Bosco di Capodimonte. Tra gli ospiti della giornata, alcuni personaggi di spicco: «Oltre al vescovo emerito di Lodi, grand’ufficiale dell’ordine equestre del santo sepolcro di Gerusalemme, avremo l’onore di ospitare Mr Liam Devlin, araldo di sua maestà la regina Elisabetta e cavaliere del sacro militare ordine di Malta - ha precisato Mastroianni - e l’avvocato Otte Gerardus Stauken, cavaliere ereditario dell’ordine di Orange Nassau». Previsti anche un cameo di lirica interpretato dalla soprano Larissa Yudina e un défilé di alta moda a cura di Sabrina Spinelli Haute Couture.


© RIPRODUZIONE RISERVATA