Che cosa c’è su il Cittadino di giovedì 30 luglio 2020
prima pagina il CittadinoMb giovedì 30 luglio 2020 (Foto by Chiara Pederzoli)

Che cosa c’è su il Cittadino di giovedì 30 luglio 2020

C’è la mancata riapertura totale della Villa reale di Monza in apertura del Cittadino in edicola giovedì 30 luglio: e c’è la lettera aperta dei lavoratori del concessionario.

C’è la mancata riapertura totale della Villa reale di Monza in apertura del Cittadino in edicola giovedì 30 luglio: c’è la lettera aperta dei lavoratori del concessionario che provano ad alzare la mano per dire “Ci siamo anche noi”. Lo fanno appellandosi al sindaco al termine di un post lockdown che li ha visti in cassa integrazione prima e in ferie forzate adesso. E il futuro? Chissà. Intanto c’è l’affondo dei 5 Stelle scatenati con un ordine del giorno in Regione Lombardia per chiedere un cambio nel modello di gestione.

VAI ALL’EDICOLA DIGITALE: leggi il giornale a 0,99 cents

prima pagina il CittadinoMb giovedì 30 luglio 2020

prima pagina il CittadinoMb giovedì 30 luglio 2020

E c’è anche l’addio di Monza all’Open-Air Motor Show. Dopo il rinvio per Covid, ora la manifestazione ha annunciato il trasferimento a Milano (29 ottobre-1 novembre): allestirà gli stand delle Case automobilistiche in 40 piazze e vie del capoluogo lombardo. A Monza rimarranno alcuni eventi legati allo sport e alla velocità.

Urbanistica. Dopo le polemiche, il nuovo progetto per la costruzione di grattacieli all’ex Feltrificio Scotti: sul Cittadino in anteprima come saranno i nuovi palazzi di vialone Battisti.

Ma va avanti anche la vicenda della palestra sul campo sportivo della scuola Sabin e scende in campo il SanFru basket che chiede un confronto.

Politica. La Lega regionale ha presentato a Monza i milioni in arrivo per il Piano Marshall della Regione: in arrivo 20 milioni solo per la linea M5.

In cronaca il presidio a San Rocco in risposta al lancio di sassi contro la casa di accoglienza che ospita donne immigrate e bambini.
Ma anche le statistiche degli incidenti stradali, che contano più vittime tra i ciclisti, e delle auto più rubate in Provincia.

La scuola: il Comune di Monza aveva annunciato il ritorno a scuola in presenza a settembre, ma la dirigente Anna Cavenaghi frena e porta all’attenzione le incognite non ancora chiarite, a partire dagli alunni disabili.

E la Sp 6: la fine lavori è prevista per ottobre, è già ora di studiare le soluzioni per il traffico.

La storia racconta la medaglia vinta da un monzese alle olimpiadi di Anversa nel 1920, cento anni fa. Oggi, se tutto fosse andato come nei piani, staremmo seguendo i Giochi di Tokyo. Il Cittadino accende la fiamma olimpica col ritratto di Ernesto Ambrosini, bronzo nei 3mila siepi.

Sono 120 invece gli anni passati dal regicidio: in edicola le cronache del tempo che ricostruiscono il ruolo di Gaetano Bresci e l’intervento dell’Associazione Mazziniana Italiana.

Sul CittadinoPiù, in economia il bando impossibile per i banchi della scuola e la vittoria delle mamme hostess. In cultura la saga dei Visconti di Valeriana Maspero e gli appuntamenti di SuoniMobili.

È sempre acquistabile online l’e-book de il Cittadino “Il diario del coronavirus: i 75 giorni che hanno sconvolto la Brianza”. In vendita qui, costa 3,99 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA