Cesano, rogo in casa con 5 bimbi

Incendio doloso, due denunciati

Cesano, rogo in casa con 5 bimbi  Incendio doloso, due denunciati

Per una questione d’affari non avrebbero esitato a dare fuoco a un appartamento dove vivono cinque bambini. Individuati dai carabinieri della tenenza cittadina, agli ordini del luogotenente Marco Di Ruzza, due uomini sono stati denunciati per incendio doloso.

Per una questione d’affari non avrebbero esitato a dare fuoco a un appartamento dove vivono cinque bambini. Individuati dai carabinieri della tenenza cittadina, agli ordini del luogotenente Marco Di Ruzza, sono stati denunciati per incendio doloso. É successo a Cascina Canova a Molinello, dove abita il commerciante di origini marocchine Hassan Kassimi, 41 anni, da 21 anni in Italia, in passato titolare di una macelleria al Villaggio Snia e oggi a Cinisello.

«Mi trovavo al piano terra (la sua abitazione è una porzione di corte) – si racconta – stavo guardando la televisione, quando ho sentito uno rumore. Mi sono affacciato. Ho visto due uomini fuggire a bordo un fuoristrada Opel grigio. Ho alzato lo sguardo e i locali al primo piano stavano andando a fuoco». Tutta la sua famiglia era al piano terra con lui. Kassimi, disperato, ha impugnato l’estintore e ha tentato di soffocare la forza delle fiamme, in contemporanea i suoi familiari hanno chiamato i vigili del fuoco e i carabinieri.

Sul posto sono arrivati due mezzi, che verso l’una hanno spento l’incendio. Ingenti i danni. Da qui sono partite le indagini dei carabinieri. I militari raccolta la testimonianza di Kassimi, che ha raccontato di essere stato minacciato da un ex socio in affari, hanno bussato alla porta di un marocchino di 48 anni residente a Cinisello, dove è stato trovato il fuoristrada, e di un connazionale di Seregno. Nei loro confronti è scattata la denuncia per incendio doloso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA