Cesano Maderno, un tir si incastra (ancora) sotto il ponte della Milano-Meda
Cesano Maderno camion incastrato via san Benedetto sotto la Milano Meda (Foto by Cristina Marzorati)

Cesano Maderno, un tir si incastra (ancora) sotto il ponte della Milano-Meda

Mercoledì mattina un tir si è bloccato nel sottopassaggio di via San Benedetto a Cesano Maderno, sotto la Milano-Meda. Era già successo un anno fa. Nessun danno alla struttura.

È successo di nuovo. Mercoledì mattina un tir si è bloccato nel sottopassaggio di via San Benedetto a Cesano Maderno, sotto la Milano-Meda. Il container attaccato alla motrice si fermato contro la trave in ferro all’ingresso del ponte e si è sganciato, rendendo necessario l’intervento dei mezzi di recupero e della polizia locale. Nessun problema per la struttura.
Era già successo nel marzo 2019. Il ponte è tra quelli che l’anno scorso erano stati monitorati nell’operazione “Ponti sicuri” della Provincia di Monza e Brianza ed è costantemente controllato attraverso un impianto di monitoraggio statico. È in definizione il calendario delle prove di carico per il rinnovo dei certificati di idoneità statica.

Già dalle 13 motrice e container sono stati spostati faticosamente in un posteggio vicino. Impossibile riagganciarli per farli ripartire.

A conclusione dei controlli visivi di emergenza effettuati da parte dei tecnici provinciali non sono emersi significativi danneggiamenti agli elementi strutturali. È stata riscontrata solo una lieve scalfittura di un’ala della retrostante trave in c.a.p., per la cui eventuale riparazione è stato attivato il pronto intervento della ditta affidataria della manutenzione, spiega la Provincia in una nota.

«Fortunatamente l’impatto non ha creato danni strutturali al ponte compromettendone la sicurezza – ha dichiarato il presidente Luca Santambrogio - Spiace però constatare ancora una volta, e ancora di più in un momento in cui la circolazione è ridotta, che c’è molta disattenzione da parte degli utenti delle nostre strade. Questo è il secondo urto in poco tempo alla stessa struttura e diventa il quarto incidente che coinvolge un ponte provinciale in un anno. I tecnici hanno verificato che la limitazione in quota è risultata correttamente segnalata quindi invitiamo i conducenti dei mezzi pesanti a rispettare le segnaletiche e a prestare sempre particolare attenzione alla strada, garantendo così la sicurezza della circolazione veicolare e la tutela degli altri utenti».

Nel marzo 2019 la stessa trave del ponte era stata urtata con una dinamica simile e benché non fossero emersi danni alla struttura si era deciso di interdire al traffico la piazzola di sosta che si trova sopra la SP35: una decisione che ha permesso anche in questa occasione di non creare sovraccarico per le sottostanti travi di bordo.

“A inizio settimana è arrivata agli uffici provinciali la notizia che CAL, nell’ambito della convenzione sottoscritta tra Regione Lombardia, Provincia MB, CAL e APL, ha approvato il progetto esecutivo di rifacimento del ponte, bandendo la gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori di realizzazione del nuovo sottovia, quale anticipazione di opera inclusa nella futura tratta B2 di Pedemontana”, spiega ancora la Provincia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA