Camion incastrato a Cesano Maderno: nessuna conseguenza per la Milano-Meda, lavori nell’operazione “Ponti sicuri” già prevista
Cesano Maderno camion incastrato sotto il ponte di via San Benedetto, sotto la Milano-Meda (Foto by Cristina Marzorati)

Camion incastrato a Cesano Maderno: nessuna conseguenza per la Milano-Meda, lavori nell’operazione “Ponti sicuri” già prevista

Nessun danno strutturale, Milano-Meda aperta e una ordinanza di chiusura della viabilità sotto il ponte di via San Benedetto a Cesano Maderno per permettere piccoli interventi di messa in sicurezza che saranno inclusi nel pacchetto già previsto dall’operazione “Ponti sicuri” approntata dalla Provincia Mb e al via nella notte del 26 marzo.

Nessun danno strutturale che metta a rischio il traffico sulla Milano-Meda, una ordinanza di chiusura della viabilità sotto il ponte di via San Benedetto a Cesano Maderno per permettere piccoli interventi di messa in sicurezza che saranno inclusi nel pacchetto già previsto dall’operazione “Ponti sicuri” approntata dalla Provincia Mb e al via nella notte del 26 marzo.

LEGGI Cesano Maderno: camion incastrato sotto la Milano-Meda, via San Benedetto chiusa per verifiche

È l’esito del sopralluogo urgente di lunedì mattina dopo che un camion con rimorchio è rimasto incastrato sotto il ponte della superstrada: dai rilievi effettuati è emerso che la motrice è riuscita a transitare mentre il cassone del rimorchio “ha colpito la prima trave di riva metallica provocando il distacco di frammenti di calcestruzzo di copertura del cordolo/frontalino collocato adiacente alla trave”.

Su richiesta della Provincia, il Comune ha emesso ordinanza di chiusura per il ripristino del cordolo e del frontalino adiacente la trave: saranno eseguiti nel corso della settimana dall’impresa incaricata a effettuare gli interventi di protezione sul ponte n. 12 di Binzago. Le ulteriori attività di ripristino e protezione del ponte di San Benedetto erano in già corso di programmazione nel calendario delle manutenzioni previste dall’operazione Ponti sicuri di aprile.

“Fortunatamente l’incidente di oggi non ha compromesso la struttura, come invece accaduto la settimana scorsa a Novedrate, imponendo l’immediata chiusura della Milano-Meda ma solo della viabilità sottostante per gli opportuni interventi di rispristino – commenta il presidente Invernizzi – Ringrazio i tecnici per essere tempestivamente intervenuti per effettuare il sopralluogo. Due incidenti in una settimana con dinamiche simili impongono una riflessione sulla circolazione dei mezzi pesanti e sulle norme di sicurezza vigenti”.

Prosegue il monitoraggio costante del ponte attraverso i sensori posizionati dalla Società Akron che ha emesso - insieme a Ceas - certificato di idoneità statica. “A proposito, si ricorda che la banchina sovrastante la trave metallica impattata è stata recentemente interdetta alla sosta tramite la posa di delineatori di margine (segnalimiti), in moda da non caricare la medesima, così come prescritto dal certificato di idoneità statica emesso nell’ottobre 2018”, sottolinea una nota della Provincia.

E prosegue l’operazione “Ponti sicuri”, con ispezioni visive, controlli, prove ed interventi di protezione delle armature, programmata dalla Provincia di Monza e Brianza sui tratti di sua competenza. Per interventi di protezione armature a vista su travi danneggiate e altri elementi strutturali esposti, le prime operazioni questa volta verranno condotte sul cavalcavia di via Manzoni a Cesano Maderno, (ponte 12), nelle notti del 26, 27 e 28 marzo, con cantieri attivi dalle 21 alle ore 5 del mattino successivo.
Durante l’esecuzione dei lavori sulla parte sottostante del ponte, la viabilità inferiore della SP35 sarà interdetta, per consentire movimentazione di maestranze e macchinari, mentre resterà attiva l’ordinaria percorrenza superiore del cavalcavia. La chiusura della viabilità principale della SP35 sarà approntata con apposita segnaletica, con chiusura da Bovisio per chi arriva da Milano e chiusura da Binzago provenienza Como.

Le attività saranno complessivamente condotte dalla ditta Astrea Costruzioni srl di Sesto San Giovanni, coadiuvata dai tecnici provinciali, con il supporto di polizie locali e Protezione Civile dei Comuni coinvolti e la supervisione della Polizia Provinciale, che garantiranno la sorveglianza degli accessi e la gestione del traffico nelle relative ore di chiusura.

«Sarà installata segnaletica temporanea di deviazione lungo le strade comunali, così da indirizzare le correnti veicolari lungo itinerari alternativi, con possibilità di successivo reinnesto sulla SP35 a valle del cantiere» spiegano dalla Provincia.

Le chiusure della SP35 Milano-Meda saranno attuate da Società Pedemontana Lombarda, mentre le chiusure degli accessi dalle comunali alla SP35 saranno attuate da Provincia MB. Ulteriori attività sono già in programma sui ponti 14 e 26 della SP35 nella prima settimana di aprile. In particolare, gli interventi al cavalcavia 26 allo svincolo di Meda saranno effettuati sempre in orario notturno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA