Cervo investito mortalmente da un’auto  allo svincolo della Milano - Meda
Il cervo investito mortalmente

Cervo investito mortalmente da un’auto allo svincolo della Milano - Meda

L’incidente è avvenuto nella notte e l’automobilista si è allontanato. Sul posto la polizia stradale, la polizia locale di Barlassina e la polizia provinciale. Quest’ultima si è occupata del recupero dell’animale giunto probabilmente dal Comasco o dal Lecchese.

Un grosso cervo è stato investito e ucciso da un’auto nella notte tra domenica 21 e lunedì 22 marzo lungo la superstrada Milano-Meda, all’altezza dello svincolo di uscita di Barlassina. Ne dà notizia la polizia provincia di Monza e Brianza. L’animale, purtroppo deceduto sul colpo, è stato recuperato in mattinata dagli agenti sul ciglio della strada.

«L’automobilista dopo l’investimento si è allontanato - dice il comandante della polizia provinciale di Monza e Brianza Flavio Zanardo - Sul posto oltre a noi sono intervenute la polizia stradale e la polizia locale di Barlassina»

Non è raro, soprattutto in primavera e nel periodo autunnale, trovare qualche cervo nella nostra provincia. A suo rischio e pericolo però. «Si tratta di esemplari che scendono a valle dal Lecchese e dal Comasco - spiega Zanardo - In una notte sono in grado di percorrere fino a 50, 60 chilometri. Ma quando si trovano nelle nostre zone, molto urbanizzate, sono seriamente in pericolo di essere investiti».

L’animale è stato colpito sul fianco: «Gli mancavano le corna - aggiunge il comandante - La perdita e la ricrescita sono tipiche di questi animali. Quando le perdono capita che se ne vadano dal branco e allontanandosi vaghino fino a ritrovarsi nelle nostre zone, a loro sconosciute». E’ già avvenuto anche in passato, quando qualche esemplare fu recuperato dagli agenti della Provinciale sano e salvo.

Il cervo deceduto

Il cervo deceduto


© RIPRODUZIONE RISERVATA