Caso Bramini a Monza: 45 giorni di rinvio per il sequestro della casa - VIDEO
Sergio Bramini davanti alla sua abitazione (Foto by Fabrizio Radaelli)

Caso Bramini a Monza: 45 giorni di rinvio per il sequestro della casa - VIDEO

Le forze dell’ordine hanno comunicato il rinvio di 45 giorni dello sgombero della casa dell’imprenditore fallito a causa dello Stato: Sergio Bramini ha altro tempo per far valere le sue ragioni. Lunedì 16 la mobilitazione.

Un mese di proroga per Sergio Bramini, l’imprenditore fallito per colpa dello Stato e che ora rischia di perdere anche la casa. L’abitazione, per altri 45 giorni, è salva: dopo un pomeriggio di confronto e mobilitazione dei cittadini a favore del monzese che vive a Sant’Albino le forze dell’ordine hanno deciso di rinviare lo sgombero per motivi di ordine pubblico.

LEGGI la storia di Bramini
LEGGI la scelta di Corbetta

Anche il sindaco Dario Allevi aveva fatto in mattinata visita all’uomo, offrendosi come intermediatore con la prefettura per ottenere un rinvio. La situazione generale per ora cambia di poco, ma ci sono sei settimane per tentare di cambiare il corso degli eventi. Sul posto anche Gianmarco Corbetta del Movimento 5 stelle, neo senatore che ha istituito nella casa di Bramini il suo domicilio elettorale e Gianluigi Paragone, eletto sempre per i 5 stelle. Sul posto un centinaio di cittadini.

La mobilitazione a casa di Sergio Bramini a Monza

La mobilitazione a casa di Sergio Bramini a Monza
(Foto by Fabrizio Radaelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA