Carnate, pugno duro contro i genitori morosi: i figli di chi non paga la mensa non potranno mangiare
Bambini in mensa

Carnate, pugno duro contro i genitori morosi: i figli di chi non paga la mensa non potranno mangiare

Chi non ha pagato la mensa scolastica in passato non potrà accedere al servizio per il prossimo anno scolastico. Ora è ufficiale: lo ha deciso il Consiglio comunale di Carnate.

Chi non ha pagato la mensa scolastica in passato non potrà accedere al servizio per il prossimo anno scolastico. Ora è ufficiale. Il Consiglio comunale di Carnate ha votato il regolamento della mensa che non dà la possibilità ai bambini e ragazzi morosi di poter pranzare nei refettori della scuola. «Abbiamo visto come già nell’ultimo anno abbiamo potuto ridurre i pagamenti arretrati – ha spiegato il sindaco Daniele Nava – passando da un credito di 20mila a circa 10mila. Vogliamo che la situazione debitoria degli utenti si sistemi. Negli ultimi mesi abbiamo già inviato 8 avvisi alle famiglie coi figli che usano la mensa per informarle di questa decisione. Chi non ha pagato in passato non può iscriversi». Al momento dell’iscrizione per ogni utente verrà richiesta una cauzione obbligatoria di 200 euro. Un giro di vite, come mai prima d’ora a Carnate.

Il provvedimento è stato approvato con il voto della maggioranza e l’astensione dell’opposizione che ha detto attraverso il suo capogruppo Mauro Spialtini che «siamo d’accordo anche se non avremmo fatto un regolamento a parte per la mensa, ma lo avremmo incluso nel piano di diritto allo studio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA