Carabinieri, ricette rubate per farmaci dopanti: denunce anche dalle farmacie di Monza e Brianza - VIDEO
Anche dalle farmacie di Monza e Brianza la segnalazione di ricette rubate per ottenere farmaci dopanti

Carabinieri, ricette rubate per farmaci dopanti: denunce anche dalle farmacie di Monza e Brianza - VIDEO

VIDEO - Sono partite anche dalle denunce di diverse farmacie di Monza e Brianza le indagini che a inizio settimana hanno portato a misure cautelari nei confronti di nove persone per aver truffato il sistema sanitario nazionale per ottenere farmaci dopanti.

Sono partite anche dalle denunce di diverse farmacie di Monza e Brianza le indagini che a inizio settimana hanno portato a misure cautelari nei confronti di nove persone accusate dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale, falsificazione di ricette mediche e ricettazione di specialità medicinali ad effetto anabolizzante. I carabinieri dei Nas di Milano le hanno eseguite nelle province di Milano, Genova e Lecco.

LEGGI La banda del doping spacciava anabolizzanti a Monza e in provincia

L’operazione Grecale era scattata nel novembre 2018 dalle numerose segnalazioni di farmacie sul territorio che denunciavano frequenti consegne di ricette rubate, sia a strutture ospedaliere che ad ambulatori medici, per ottenere farmaci dopanti a carico del servizio sanitario nazionale. Le indagini avevano permesso di individuare un’organizzazione criminale specializzata nel procurare illecitamente specialità medicinali a base del principio attivo Somatropina, noto anche come ormone della crescita, diffuso impropriamente tra chi pratica body building per aumentare la massa muscolare.

Tra le misure cautelari anche il sequestro preventivo di beni, con sequestro di 5 conti correnti bancari per una somma di circa 20mila euro. L’attività d’indagine aveva già consentito al personale del Nas di Milano di arrestare, in flagranza di reato, un soggetto incensurato per possesso illegale di armi e munizioni, denunciare in stato di libertà ulteriori 6 persone sorprese mentre consegnavano nelle farmacie le ricette falsificate e sequestrare, anche nel corso di 10 perquisizioni nei confronti di altrettanti membri dell’organizzazione criminale: 100 ricette rosse rubate, alcune già contabilizzate nei flussi della Regione Lombardia per il successivo rimborso, con danno al Servizio Sanitario Nazionale quantificato in almeno 60.000 euro, solo per l’anno 2018;.

Sequestrate anche una pistola, una scacciacani, proiettili e cartucce, un pugnale di tipo militare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA