Camparada non paga le bollette così Enel stacca la corrente a ciclabile, semaforo e Protezione civile
Il municipio di Camparada

Camparada non paga le bollette così Enel stacca la corrente a ciclabile, semaforo e Protezione civile

È accaduto nei giorni scorsi a Camparada: a causa di alcune bollette arretrate, mai saldate, Enel ha staccato l’elettricità in alcune zone del paese: al buio la ciclabile di viale Brianza, il semaforo di via Colombo e la sede della Protezione civile.

Il Comune non paga e l’Enel stacca la corrente elettrica. Ha del clamoroso quanto è successo nei giorni scorsi a Camparada dove, a causa del mancato saldo di alcune bollette, la società elettrica ha tagliato la corrente di una delle linee secondarie del Comune che riguarda la ciclopedonale di viale Brianza, il semaforo di via Gabriele Colombo e della sede della protezione civile. Una situazione illustrata dal primo cittadino Mariangela Beretta nel corso di un Consiglio comunale- «Appena ci è stato segnalato il problema della mancanza di corrente – spiega Beretta – abbiamo subito contattato Enel per chiedere spiegazioni e ci hanno detto che l’energia era stata tolta per via del mancato pagamento di alcune bollette. Non ci volevamo credere e quindi siamo andati a chiedere spiegazioni agli uffici. La situazione è questa. Il nostro comune ha circa 1 milione di euro di residui passivi e 750mila di residui attivi. Ciò non significa che il Comune non ha la capacità economica per far fronte alle spese, ma semplicemente che in quel milione di euro ci sono fatture e spese arretrate che non sono ancora state pagate, mentre in quei 750mila euro ci sono invece crediti che non sono stati ancora escossi dai nostri uffici».

Il sindaco di Camparada, Mariangela Beretta

Il sindaco di Camparada, Mariangela Beretta

Il primo cittadino ha poi passato in rassegna le cause che hanno portato a questi rallentamenti. Una su tutte, secondo il primo cittadino, sarebbe l’unione degli uffici con Lesmo che avrebbe portato a una maggiorazione di lavoro per i dipendenti. «Di fatto il responsabile del settore finanziario quello che faceva prima per il Comune di Lesmo e per l’Unione ora deve farlo anche per Camparada – ha spiegato Beretta –. Da due bilanci si è passati a tre, il che ha portato più lavoro e ritardi nei pagamenti. In più non ha aiutato anche la fusione delle tesorerie avvenuta qualche mese fa ed il fatto che il bilancio di Camparada prima fosse gestito con un applicativo digitale differente da quello lesmese».

Il sindaco Beretta ha voluto però tranquillizzare ulteriormente i cittadini spiegando che ha già avuto un confronto con gli uffici e che continuerà a collaborare con tutta la giunta affinché si proceda da una parte ad effettuare i pagamenti e allo stesso tempo incassare i crediti. «Questa volta è andata bene, perché Enel è stato comprensiva e ha riattivato la corrente – conclude Beretta –. Sono però cose che non devono succedere mai più e quindi lavoreremo costantemente con gli uffici per assolvere a tutti i nostri obblighi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA