Blitz dei carabinieri a Villasanta: in casa droga e una pistola clandestina, un arresto
Villasanta: la pistola con matricola abrasa

Blitz dei carabinieri a Villasanta: in casa droga e una pistola clandestina, un arresto

Blitz dei carabinieri a Villasanta: in una abitazione trovata droga e una pistola con matricola abrasa che è stata inviata al Ris di Parma. Arrestato un uomo di 31 anni. Militari insospettiti durante i controlli anticovid dal via vai nella zona.

Toc toc. E alla porta si presentano i carabinieri. Una visita con conseguenze gravi se in casa nascondi della droga e una pistola clandestina con la matricola abrasa. È quanto è successo a un villasantese di 31 anni, residente in via XXIV Maggio e con precedenti legati agli stupefacenti. L’uomo è stato arrestato nei giorni scorsi dopo il controllo dei militari, supportati nella perquisizione domiciliare anche dai colleghi e dai cani del Nucleo Cinofilo dell’Arma di Casatenovo.

Villasanta

Villasanta

Sembrerebbe partito tutto da un comune controllo su strada della pattuglia in servizio per i controlli sul rispetto della normativa anti-Covid. I carabinieri stavano pattugliando il territorio di Villasanta quando l’attenzione è stata attirata da un insistente via vai di persone presso un appartamento nella zona di via XXIV Maggio.

L’intuizione degli uomini dell’Arma avrebbe condotto alla decisione di coinvolgere anche i cani del nucleo cinofilo per la perquisizione.


L’uomo no ha potuto fare altro che lasciare entrare i militari che, nell’abitazione, hanno trovato conferme ai sospetti sulla presenza di stupefacenti, ma anche una sorpresa: una pistola clandestina con matricola abrasa marca armi Galesi Brescia munita di caricatore con all’interno 12 colpi 7.65.

L’arma clandestina sequestrata, verrà inviata al Ris di Parma per accertare e verificare un suo eventuale utilizzo in delitti consumati. Il villasantese intanto, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Monza in attesa di convalida dell’arresto.

Dovrà rispondere del grave reato di detenzione dell’arma clandestina, di eventuali reati con essa commessi, e della detenzione di droga. In casa infatti, con l’aiuto dei cani, sono stati rinvenuti 30 grammi di hashish, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento, 200 euro ritenuti proventi dell’attività di spaccio. Tutto sotto sequestro. L’ipotesi più verosimile è che l’uomo spacciasse direttamente da casa con ritiro delle dosi al suo domicilio da parte di una rosa di clienti fidati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA