Besana: madre stanca di minacce e maltrattamenti fa arrestare il figlio
Una pattuglia dell’Arma

Besana: madre stanca di minacce e maltrattamenti fa arrestare il figlio

All’ennesimo episodio di violenza una 58enne ha chiamato i carabinieri che hanno sottoposto a fermo il figlio 24enne con le accuse di maltrattamenti, percosse, estorsione e danneggiamento aggravato.

Non ce la faceva più a subire le angherie del figlio la cinquantottenne residente a Zoccorino di Besana Brianza che domenica 25 agosto ha chiesto disperatamente aiuto ai carabinieri. I militari della stazione di Besana in Brianza sono prontamente intervenuti e hanno arrestato il figlio violento per maltrattamenti, percosse, estorsione e danneggiamento aggravato. La donna profondamente scossa per l’accaduto ha raccontato ai militari che il ventiquattrenne, L.M.L., già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e lesioni personali, domenica verso le 18 si era presentato inaspettatamente a casa.

Lei fortunatamente non era sola in quel momento, nell’appartamento c’era una donna di ventotto anni, ex compagna proprio di suo figlio. Il confronto tra i tre è subito degenerato in una violenta discussione, l’origine dello scontro verbale è ancora al vaglio dei militari intervenuti. Secondo il racconto della madre, il ventiquattrenne ha dato in escandescenza: prima ha iniziato a inveire contro le due donne, poi le ha minacciate verbalmente dicendo di volere del denaro, quindi ha scaricato la sua ira contro i soprammobili dell’abitazione.

Quando i militari sono arrivati l’uomo stava ancora dando in escandescenza, ma alla vista degli uomini in divisa si è calmato: in caserma nei suoi confronti è stato formalizzato il fermo con le pesanti accuse di maltrattamenti, percosse, estorsione e danneggiamenti. Il magistrato ha convalidato l’arresto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA