Attacco al gazebo della Lega a Monza, Grimoldi: «Atto di violenza da condannare»
I danni provocati al gazebo della Lega a Monza

Attacco al gazebo della Lega a Monza, Grimoldi: «Atto di violenza da condannare»

Ignoti sabato mattina 18 febbraio hanno preso di mira un gazebo allestito dai militanti della Lega Nord in via Italia, a Monza. Sull’episodio, l’onorevole del carroccio Paolo Grimoldi sembra avere le idee chiare sulla matrice e attacca i: «violenti e anti democratici che si nascondono nei centri sociali e dietro l’etichetta di anti fascisti».

Ignoti sabato mattina 18 febbraio hanno preso di mira un gazebo allestito dai militanti della Lega Nord in via Italia, a Monza. Sull’episodio, l’onorevole del carroccio Paolo Grimoldi sembra avere le idee chiare e ha commentato: «I soliti noti, violenti e anti democratici, che si nascondono nei centri sociali e dietro l’etichetta di anti fascisti, stamattina a Monza hanno aggredito i militanti della Lega Nord presenti pacificamente ad un gazebo per il tesseramento, sfasciando la struttura e danneggiando tutto il materiale, senza per fortuna ferire nessuno. Per la serie poteva andare peggio, con qualche leghista in ospedale...»

Un’altra immagine dei danni provocati in via Italia

Un’altra immagine dei danni provocati in via Italia

«Un atto di violenza e di prepotenza - ha concluso Grimoldi - che spero verrà condannato da tutti, da sinistra, altrimenti passerebbe il messaggio di questi violenti ovvero che aggredire e picchiare chi la pensa politicamente in maniera diversa dalla loro è consentito e pure accettato. Monza dica no alla violenza di questi delinquenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA