Asfalti Brianza, la consulta di quartiere: «Va delocalizzata»
Concorezzo, Asfalti Brianza: negli ultimi giorni sui social segnalazioni da parte dei cittadini

Asfalti Brianza, la consulta di quartiere: «Va delocalizzata»

Comitati e residenti continuano a tenere alta l’attenzione sulla vicenda dell’azienda Asfalti Brianza di Concorezzo e attendono la conferenza dei servizi dell’8 luglio. Intanto la consulta di quartiere dice che «va delocalizzata».

È arrivata un’altra estate, ma non sono cambiate le condizioni dei residenti del quartiere Sant’Albino a Monza, e di Brugherio, Concorezzo e Agrate Brianza: di nuovo, nonostante il caldo, sono costretti a tenere chiuse porte e finestre per via dei cattivi odori che arrivano dall’azienda Asfalti Brianza. Comitati e residenti continuano a tenere alta l’attenzione sulla questione che, con un nuovo servizio della trasmissione Le Iene, andato in onda nei giorni scorsi, è tornata più che mai a far discutere.

LEGGI Le notizie su Asfalti Brianza

«Il prossimo passo - hanno spiegato i membri della consulta di quartiere - è rappresentato dalla conferenza dei servizi convocata per l’8 luglio. Dire che siamo stufi, e preoccupati, è poco: l’unica soluzione possibile, per risolvere definitivamente la questione, è la delocalizzazione dell’azienda, classificata come insalubre di prima classe».


© RIPRODUZIONE RISERVATA