Elezioni regionali, Corbetta (Lega): «Sanità, viabilità e turismo locale»

Intervista ad Alessandro Corbetta, 33 anni di Besana in Brianza, consigliere regionale uscente della Lega e ricandidato al Pirellone.
Monza autodromo Lega elezioni regionali Alessandro Corbetta
Monza autodromo Lega elezioni regionali Alessandro Corbetta Fabrizio Radaelli

A un mese dalle regionali del 12 e 13 febbraio il Cittadino inaugura una serie di interviste ai candidati nella circoscrizione brianzola per conoscere le loro proposte. Alessandro Corbetta, 33 anni di Besana in Brianza, consigliere uscente della Lega che nel 2018 ha ottenuto 2.735 preferenze.

Elezioni regionali, Corbetta (Lega): il bilancio dei cinque anni

Sta per terminare un quinquennio particolare sotto molti punti di vista: come giudica l’attività svolta dalla Regione…
«Sono stati cinque anni intensi: ho iniziato il mandato con un enorme entusiasmo, convinto che la legislatura sarebbe stata caratterizzata dal raggiungimento dell’autonomia differenziata. Non è andata così perché abbiamo dovuto affrontare la pandemia e la crisi economica aggravata dalla guerra in Ucraina e dal rincaro dei costi dell’energia. La Lombardia, a dispetto degli attacchi vergognosi, è riuscita a superare prima delle altre regioni l’emergenza covid-19 e nel 2020 ha anticipato il Pnrr con un piano da quattro miliardi di euro con cui ha rilanciato l’economia e sostenuto le opere pubbliche creando lavoro sui territori».

E sotto il profilo personale? «Ricordo con particolare soddisfazione l’iniziativa con cui sono riuscito ad aumentare dal 10 al 15% lo sconto per chi paga il bollo auto tramite la domiciliazione bancaria: se sarò rieletto proverò a portarlo al 20% anche se non sarà semplice. Con un altro emendamento ho ottenuto l’azzeramento dell’Irap per tre anni per le attività commerciali e artigiane che aprono nei centri storici. Altre vittorie sono state ScontaMi, lo sconto del 30% per i pendolari che effettuano almeno venti passaggi al mese sulle tangenziali e la rideterminazione delle quote Asam a favore della Provincia che ha permesso di far arrivare all’ente brianzolo 36 milioni di euro da investire tra il 2022 e il 2025. Ho, inoltre, promosso come primo firmatario alcune leggi tra cui quella per l’istituzione del marchio regionale della qualità artigiana e quella per l’introduzione della leva civica lombarda che ricalca l’impianto del servizio civile ampliando la platea dei potenziali beneficiari».

Elezioni regionali, Corbetta (Lega): obiettivi se rieletto

Quali sono i bisogni più urgenti del nostro territorio? Di cosa si occuperà se verrà rieletto? «Le mie battaglie saranno a 360 gradi, a partire da quelle in campo viabilistico: vanno realizzati i sottopassi ferroviari a Meda e Seveso, riattivata la metrotramvia Milano-Limbiate, realizzata quella tra Cologno Nord e Vimercate, prolungata la metropolitana a Monza. Pedemontana va completata sapendo che nel vimercatese occorre ragionare con i territori e individuare importanti opere compensative. Vorrei, inoltre, impegnarmi per la valorizzazione turistica della Brianza, per lo sviluppo di una ippovia da Monza e Montevecchia e ripresentare la legge sui musei d’impresa».

Allargando lo sguardo quali dovrebbero essere le priorità nell’agenda della prossima giunta lombarda?
«È necessario potenziare la sanità territoriale, come previsto dalla legge con cui nel dicembre 2021 abbiamo istituito le case e gli ospedali di comunità: in Lombardia scontiamo gli errori di programmazione commessi in tanti anni a livello nazionale eppure siamo riusciti ad accorciare le liste d’attesa che si erano allungate durante la pandemia. Dobbiamo, infine, investire in programmi di autonomia energetica e sostenere comuni, imprese, attività commerciali e cittadini che installano i pannelli fotovoltaici sui tetti».

Difficilmente la Lega potrà replicare i risultati del 2018 quando in Brianza ha eletto tre consiglieri… «Alle politiche di settembre abbiamo pagato il sostegno al Governo Draghi ma sono convinto che a febbraio gli elettori premieranno il nostro partito, nato per tutelare la Lombardia».