Un concorso per gli studenti per disegnare il nuovo logo di Brianzacque
Enrico Boerci, presidente di Brianzacque

Un concorso per gli studenti per disegnare il nuovo logo di Brianzacque

Brianzacque cerca un nuovo logo e si affida agli studenti degli istituti superiori e dei centri di formazione: coinvolti 31mila ragazzi.

Saranno gli studenti degli istituti superiori e dei centri di formazione professionale a disegnare il nuovo logo di Brianzacque, la società che gestisce il servizio idrico integrato. Il simbolo dovrà richiamare il legame tra l’azienda e il territorio che, in seguito alle fusioni con le altre partecipate locali attuate negli ultimi anni, è molto più ampio rispetto a quello riportato sull’attuale stemma.

«Avremmo potuto affidarci a un’agenzia di comunicazione – afferma il presidente Enrico Boerci – invece, con una scelta coraggiosa, abbiamo deciso di puntare sulla creatività dei giovani. Da parecchio, del resto, abbiamo avviato tra i ragazzi un’opera di sensibilizzazione sul consumo consapevole dell’acqua».

Il concorso, promosso in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale e la Provincia, coinvolgerà circa 31.000 alunni di una quarantina di scuole che avranno tempo fino al 20 aprile per consegnare i loro elaborati, realizzati individualmente o in gruppo. L’ideatore del logo vincente, scelto da una giuria composta dai dipendenti di Brianzacque, riceverà 5.000 euro da spendere nell’acquisto di materiale per il proprio istituto, il secondo classificato otterrà 2.500 euro e il terzo 1.000. Le premiazioni si svolgeranno sabato 20 maggio nella sala verde di via Grigna.

In seguito al recente accordo con Cap la partecipata gestisce tutti gli acquedotti dell’area monzese ad eccezione di quello di Villasanta: «Il prossimo obiettivo – commenta il presidente brianzolo Gigi Ponti – dovrebbe essere il miglioramento della conduzione dei reticoli minori delle acque superficiali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare