Monza: la città si veste di rosa per l’ultima tappa del Giro d’Italia
La tribuna dell’autodromo pronta in rosa

Monza: la città si veste di rosa per l’ultima tappa del Giro d’Italia

LEGGI La viabilità - Domenica 28 maggio dall’autodromo di Monza l’ultima tappa del Giro d’Italia numero 100: per tutto il weekend iniziative dedicate al ciclismo in centro città incrociando tutte gli altri appuntamenti già in programma. Il Cittadino è media partner.

Sport e cultura: è il binomio che legherà le iniziative “Monza incontra il Giro” promosse dal Comune per salutare l’ultima tappa della corsa in rosa che partirà domenica 28 maggio dall’autodromo e che si susseguiranno da sabato pomeriggio fino a domenica.

LEGGI Il Giro d’Italia a Monza: ecco le strade chiuse dalle 6 alle 18 domenica 28 maggio

Il 27, alle 16, all’Arengario sarà inaugurata la mostra “Due ruote in rosa” con gli scatti di Fabrizio Delmati, per 35 anni fotografo ufficiale del Giro, e con le biciclette dei maestri artigiani della Brianza. Alle 16,45 saranno, invece, presentati gli Special Olympics che si svolgeranno al centro natatorio Pia Grande.

Alle 18 in piazza Roma partirà la Monza cult open night con il truck #inLombardia, il mezzo della Regione che ha seguito tutte le tappe. Alla stessa ora la Monza Parade, un corteo di musicisti e giocolieri, sfilerà dai Musei civici e raggiungerà il truck dove li attenderà l’attore Aldo Baglio, del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, testimonial d’eccezione della città. Sotto i portici dell’Arengario la musica proseguirà fino alle 22 con City of guitars.

Gli amanti delle rappresentazioni sceniche potranno dirigersi in piazza San Pietro Martire dove, dalle 18 alle 19, con “El pennel del Mosè Bianchi” i cantastorie renderanno omaggio al pittore ai piedi della sua statua.

Il ciclismo sarà il grande protagonista della serata: alle 20.30 al truck alcuni ospiti prestigiosi parleranno del Giro di oggi e di ieri durante la presentazione del libro “Pedale tra i cordoli” curato dal giornalista de il Cittadino Stefano Arosio e la città renderà omaggio ai suoi campioni Fiorenzo Magni, Giorgio Albani e Gianni Bugno che, spiega il sindaco Roberto Scanagatti, hanno fatto la storia delle due ruote.

La festa coinvolgerà la Villa Reale e il Parco: dalle 20 alle 24 nel cortile d’onore della Reggia Musicamorfosi proporrà la bat mobile, ovvero una batteria in movimento, e le Visite visionarie mentre alle 21.30 aprirà il Roseto e alla cascina San Fedele partirà “Pedala coi lupi”.

Domenica 28 in città si parlerà solo di ciclismo con una digressione alle 9 quando dalla Reggia prenderà il via la Monza-Montevecchia. Dalle 10.30 in piazza Roma i bambini fino a 5 anni che si cimenteranno su una mini pista potranno ritirare il patentino autografato da Aldo. L’entusiasmo salirà fino alle 13 quando scatterà la cronometro trasmessa in diretta dal truck.

«Sarà una giornata straordinaria – commenta il sindaco – per alcune ore Monza arriverà a un pubblico vastissimo, non solo in Italia. L’ultima tappa del Giro non rappresenta solo un evento sportivo eccezionale, ma una grande occasione di promozione turistica». Il Comune, precisa, non spenderà nulla per l’organizzazione.

Gli eventi culturali sono promossi in collaborazione con la Regione, Apa Confartigianato, Unione Confcommercio, Pedale Monzese e il Cittadino come media partner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare