Monza, fugge con abiti per 250 euro senza pagare: «Dovevo andare da mia madre malata»
Uno dei capi rubati dall’uomo

Monza, fugge con abiti per 250 euro senza pagare: «Dovevo andare da mia madre malata»

Denunciato un 57enne di Biassono: ha finto persino una telefonata con un farmacista dal quale - e di qui, si è giustificato, l’allontanamento dal negozio senza pagare - doveva urgentemente andare a ritirare un farmaco salvavita per l’anziana madre, molto ammalata.

Davanti all’agente, pur di farla franca dopo aver rubato dei vestiti per 251 euro all’Ovs di Monza, ha finto persino una telefonata con un farmacista dal quale - e di qui, a suo dire, l’allontanamento dal negozio senza pagare - doveva urgentemente andare a ritirare un farmaco salvavita per l’anziana madre, molto ammalata. Poi ha fornito un nome falso.

Tutto inutile: l’uomo, un 57enne di Biassono, incensurato, non è riuscito a evitare una denuncia per furto aggravato (ha anche strappato dai capi le placche antitaccheggio, danneggiandoli) e un’altra per comunicazione di false generalità.

Martedì attorno a mezzogiorno era stato visto da un agente della polizia locale correre con dei vestiti tra le mani. Bloccato all’altezza di via Zavattari/Passerini e poi raggiunto anche dall’addetto alla vigilanza dell’Ovs, ha raccontato di essere uscito improvvisamente senza pagare mentre si trovava alla cassa perché l'aveva chiamato urgentemente un farmacista per ritirare un farmaco per la madre molto ammalata. Per rendere più credibile il racconto ha finto di richiamare il fantomatico farmacista. Peccato che le due telefonate sul cellulare non risultassero, di qui la doppia denuncia e la restituzione della merce rubata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA