Il Cittadino entra “Nel cuore di Monza” per raccontare i quartieri
Il calendario delle uscite di Nel cuore di Monza (Foto by Redazione online)

Il Cittadino entra “Nel cuore di Monza” per raccontare i quartieri

Sono il cuore pulsante della città, l’orgoglio dei residenti che si fregiano dell’essere nati e cresciuti in quella parte di Monza. Sono i quartieri i protagonisti da giovedì 13 ottobre del viaggio del Cittadino “Nel cuore di Monza”.

Sono il cuore pulsante della città, l’orgoglio dei residenti che si fregiano dell’essere nati e cresciuti in quella parte di Monza. Sono i quartieri i protagonisti del viaggio che Il Cittadino da giovedì 13 ottobre intraprenderà dal centro alla periferia, dall’area est a quella ovest, dalla zona sud alla zona nord scoprendo la storia, i personaggi, ma anche i problemi e i sogni di chi vive nei quartieri monzesi.
“Nel cuore di Monza”: questo il titolo del viaggio nei rioni che accompagnerà i lettori (e che darà il nome anche a un indirizzo mail dedicato: nelcuoredimonza@ilcittadinomb.it in fase di attivazione). Scriveteci con idee, proposte, segnalazioni, immagini.

Ogni due settimane verrà presentato un rione: partendo dal San Gerardo. Un vero e proprio viaggio con immagini (anche storiche) che raccontano l’evoluzione e il cambiamento di quella parte della città. Dando voce a chi il quartiere lo vive. Spazio perciò ai residenti che ci racconteranno i problemi e le necessità piccole e grandi del rione, al volto storico del quartiere che ci racconterà come è cambiato, e soprattutto a quel terzo settore fatto di società sportive e di associazioni di volontariato anima e motore di ogni angolo della città.
Inoltre, per ogni quartiere, Il Cittadino lancerà il “suo” progetto, quel sogno da realizzare all’interno del rione. Un sogno che nasce dal dialogo costante con le persone che vivono il quartiere: dai commercianti ai pensionati, dalle mamme che affollano i giardinetti ai ragazzi che si riuniscono nella piazza, dai comitati di quartieri alle società sportive. Mettendo ogni rione ai raggi X individuando quante persone vivono, i servizi presenti, la storia e l’evoluzione di ogni piccola arteria della città .

Ogni quartiere è come un paese con precise peculiarità sociali, economiche, ma anche viabilistiche e strutturali che nel corso di questi decenni sono cambiati. Esempio lampante il rione Libertà che negli anni ’70 e ’80 si chiamava Villaggio Primavera vedendo poi una rapida crescita con la costruzione di nuove palazzine e l’arrivo di tante famiglie con i quarantenni di oggi cresciuti sul campo dell’oratorio di Cristo Re.

Il viaggio partirà dal quartiere di San Gerardo, sotto quella cupola dove molti sindaci si fregiano di essere nati. Un quartiere a pochi passi dal centro, ricco di storia, tradizioni, ma anche “leggende” come quelle attorno al suo borgo Bergamo. Un rione oggi noto per essere l’anima della movida, ma anche per la piscina, i giardinetti, gli appuntamenti mensili con il mercatino dell’usato che richiama curiosi da tutta la Lombardia. È questa l’anima di Monza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA