Seregno, grande attesa per il concorso Pozzoli: nella prima edizione vinse Maurizio Pollini
A Seregno c'è grande attesa per la 32ma edizione del concorso pianistico internazionale Ettore Pozzoli ( foto Volonterio)

Seregno, grande attesa per il concorso Pozzoli: nella prima edizione vinse Maurizio Pollini

L’importante evento musicale ideato nel 1959, che si svolge ogni due anni, è giunto alla sua 32esima edizione. La prima laureò vincitore il grande pianista. Si comincia il 28 settembre per proseguire fino al 5 ottobre.

Quando l’estate cede il testimone all’autunno, negli anni dispari, a Seregno è tempo di concorso pianistico Pozzoli. L’importante evento musicale ideato nel 1959, la cui prima edizione ha laureato nel firmamento musicale Maurizio Pollini, giunto alla 32ma edizione, è in programma dal 28 settembre al 5 ottobre.

Le prime tre prove di solo pianoforte si svolgeranno a L’Auditorium di piazza Risorgimento, mentre la finale con la prova d’orchestra è fissata al teatro San Rocco. Sarà un’edizione speciale in quanto il concorso Pozzoli è uno dei pochi che ha voluto che i suoi concorrenti svolgessero le prove in presenza, ricevendo il plauso di Cristina Frosini, direttore del conservatore Giuseppe Verdi di Milano e del suo vice Massimiliano Baggio.

Il conservatorio Verdi è tornato, infatti, a sostenere la manifestazione musicale com’era all’origine per ridare valenza internazionale che ha il nome. L’assessore alla cultura, Federica Perelli ha spiegato che “l’apertura dell’attuale edizione è legata all’inaugurazione del murales “Dancingsoong ball room”, opera di Chiara Capobianco che si trova su un edificio di via Bassi. Alle 16, di martedì 28, a palazzo Landriani Caponaghi ci sarà il momento di accoglienza della giuria; alle 17, l’appuntamento coi concorrenti in auditorium e alle 18, giuria e partecipanti si trasferiranno in via Bassi dove verranno presentati ai piedi del nuovo murales e, nello stesso momento, avverrà anche l’estrazione della lettera con cui i giovani pianisti inizieranno le prove”.

Mercoledì 29, alle 10,30 è in calendario la prima prova per i primi 4 partecipanti che eseguiranno ciascuno un pezzo da 20’ e altri 3 concorrenti si esibiranno dalle 15,30. E così anche giovedì 30, mentre venerdì e sabato le prove avranno la durata di 40’. Tutte le esecuzioni potranno essere seguite in diretta streeming su Youtube del concorso e dai due maxi schermi allestiti l’uno in piazza Risorgimento e l’altro in piazza Gandini davanti alla biblioteca civica. L’accesso a L’Auditorium sarà consentito a pochissime persone. In attesa dell’inizio ufficiale della 32ma edizione, già da alcuni giorni, sui due maxi schermi viene diffusa musica in parte sonora e in parte con sole immagini di edizioni precedenti del concorso.

Contrariamente alla vecchia tradizione, quest’anno, i concorrenti non potendo ricevere l’ospitalità delle famiglie locali, verranno alloggiati in locali presi in affitto alla “corte del Fuin” di via Cairoli. Per potersi esercitare i giovani pianisti troveranno dei pianoforti in biblioteca civica. I quindici pianisti in gara sono: Umberto Beccaria, 25 anni; Francesco Galici, 28 anni; Diego Petrella, 26 anni; Umberto Ruboni, 25 anni ( Italia); Ayane Shimizu, 27 anni, Takeshi Shimozato, 28 anni ( Giappone); Mateusz Rettner, 31 anni ( Polonia); Anton Rosputko, 28 anni (Lituania);Lizaveta Bormotova, 29 anni (Biolorussia); Victor Braojos, 25 anni, Leo De Maria, 25 anni (Spagna); Brigida Vsevolod, 23 anni e Victoria Chihkalkina, 23 anni, Vitaly Starikov, 26 anni (Russia); Wonseok Choi, 26 anni (Sud Corea); i quali saranno giudicata dalla giuria presieduta da Roberto Cominati e dai membri: Davide Cabassi (Italia), Hie Yon Choi (Sud Corea), Alexander Kobrin (Usa-Russia), Rolf Plagge (Germania), Boris Slutsky (Usa-Russia), Zhe Tang (Cina). Sabato 2 ottobre “Vivi Seregno”, la rete d’impresa dei negozi storici e di qualità della città d’intesa con Confcommercio e l’amministrazione comunale, ha programmato per sabato 2 ottobre, dalle 17 alle 21, nelle piazze Segni e Italia, un “concerto pianistico a lume di candela”, accompagnato dalle ballerine di danza classica, con l’opera artistica del liceo Modigliani di Giussano. Per l’ccasione, tutti i negozi del centro di Seregno rimarranno aperti sino alla fine dell’evento.

Paolo Volonterio


© RIPRODUZIONE RISERVATA