Monza: una merenda nel Settecento con il cardinale Durini
Monza - Un interno di villa Mirabello, che fu residenza del cardinale Angelo Durini

Monza: una merenda nel Settecento con il cardinale Durini

Le lancette dell’orologio indietro di tre secoli per festeggiare una domenica insieme al cardinale Durini: succede domenica 10 giugno al parco della Villa reale di Monza.

Domenica 10 giugno alle 17 a Villa Mirabello una merenda nel prato con dolci e bevande come era uso nella corte monzese di Ferdinando D’Asburgo, ricordando il cardinale Angelo Maria Durini che nella dimora ha vissuto.

“I poeti e letterati del cenacolo, in abiti settecenteschi, intratterranno gli ospiti con letture e conversazioni sulla storia del parco e della villa” spiega la Casa della poesia che organizza l’evento con il patrocino della Reggia e dei Parchi letterari italiani. E poi: “Negli anni tra 1776 e 1788 divenne la residenza preferita del cardinale, che la rese luogo di cultura e di incontri mondani, tanto da commissionare anche la costruzione di villa Mirabellino, per ospitare i suoi invitati, tra i quali Parini e Metastasio”.

“Utilizzata come reposoir, luogo di feste e ricevimenti, ma soprattutto cenacolo per letterati e artisti, alla morte del cardinale la villa venne requisita dai soldati di Napoleone e nel 1805 passò a Carlo Vimercati Sanseverino - ricorda ancora la Casa della poesia - Lui l’anno successivo la cedette al governo nazionale perché la inserisse nel progetto generale del Real Parco di Monza, voluto dal vicerè Eugenio di Beauharnais e progettato dall’architetto Luigi Canonica”.

Vent’anni dopo la residenza venne ritratta anche tra le acquaforti disegnate da Federico Lose e incise da Carolina Lose, rese celebri nella raccolta Promenade dans le Parc Impérial et Royal et dans les Jardins de Monza, almanac pour l’an 182


© RIPRODUZIONE RISERVATA