Monza: trenta spettacoli per il cartellone di prosa del teatro Binario 7
C’è anche “Tha Hanmaid’s tail” nel cartellone di prosa del teatro Binario 7 a Monza

Monza: trenta spettacoli per il cartellone di prosa del teatro Binario 7

Il teatro Binario 7 di Monza, dopo la stagione estiva, presenta il cartellone 2021-22 che conta poco meno di trenta spettacoli. Debutto a ottobre con “XXn sfumature di donne di scienza”.

Undici spettacoli per la rassegna “L’altro Binario”, quindici per la rassegna regina Teatro presente, due eventi speciali: parte così il cartellone 2021-22 del teatro Binario 7 che sarà presentata ufficialmente domenica 19 settembre, a partire dalle 20 nella sala Chaplin di via Turati 8 (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, inviare una mail a [email protected] indicando nome, cognome e numero di posti richiesti).

Il debutto di una stagione intitolata allo “Stato libero della bellezza” è affidato a Sara D’Amario che da venerdì 8 ottobre a domenica 11 porta a Monza “XXn sfumature di donne di scienza”, un “one-woman-show leggero e divertente che si rivela un viaggio nel tempo per scoprire venti scienziate eccezionali”. “L’altro Binario” apre invece il 15 e il 16 ottobre con “Tabù” di Monica Faggiani, Dario Merlini e Angelo Tronca.

“Tempo presente” programma poi “Argonauti e Xanax” (dal 21 ottobre) con testo e regia di Daniele Vagnozzi, “The handmaid’s tale - Confessione di un’ancella” (dal 12 novembre) con Viola Graziosi, “Nel mare ci sono i coccodrilli” (dal 26 novembre) nell’adattamento di Fabio Geda e Christian Di Domenico, per chiudere l’anno con “L’amore vince” dal 10 dicembre con Maurizio Brandalese, Valentina Paiano, Alessandro Treccani e quindi “La battuta atomica” con Rossana Carretto, Alfredo Colina, Stefano Chiodaroli.

A gennaio, dal 13, “Psycho killer” di Corrado Accordino, prodotto dalla Compagnia Teatro Binario 7, “La donna più grassa del mondo” dal 28 con Luca Cattani, Alice Giroldini, Marco Maccieri, quindi dal 4 febbraio “I girasoli” di Elisabetta Ratti e Emanuela Bolco, “Leviatano” (dal 18 febbraio) di Riccardo Tabilio, “La rivolta dei brutti” (dall’11 marzo) con Salvatore Aronica, Francesco Errico, Giorgia Favoti, Filippo Renda e regia di Stefano Cordella, “Ils ogno di un uomo ridicolo” (dal 25 marzo) con Mario Sala e dall’8 aprile ”Combattenti” di Renato Gabrielli con Massimiliano Speziani e Silvia Pietta. Chiudono la stagione “L’altra resistenza” (dal 6 maggio) di e con Cinzia Spanò e quindi “Nel guscio” dal 20 maggio con Marco Bonadei e regia di Cristina Crippa in una produzione Teatro dell’Elfo.

Per “L’altro Binario” il secondo spettacolo (dal 5 novembre) sarà “Aplod” di Rodolfo Ciulla, quindi “La chiave dell’ascensore” (dal 14) con Anna Paola Vellaccio, “Ho fatto colazione con il latte alle ginocchia (tabù)” dal 19 con drammaturgia e messa in opera di Roberto Scappin e Paola Vannoni, “Lemon therapy” dal 3 dicembre diretto e interpretato da Enrico Lombardi e Alice Melloni, “L’opinione di madame Popova” dal 28 dicembre di e con Barbara Bertato.

La rassegna riparte il 5 febbraio con “Il colloquio” con Renato Bisogni, Alessandro Errico, Marco Montecatino, quindi “D.A.S. Dai forma al tuo futuro” (dal 25 febbraio) di Michela Tilli con con Maurizio Brandalese, Veronica Dariol, Marta Lucini, Valentina Paiano, Alessandro Treccani e regia di Paiano in una produzione Binario 7 e il 5 marzo “Mi abbatto e sono felice” di e con Daniele Ronco. Il 17 e il 18 marzo tornano i “Tre sull’altalena” che ha debuttato nella stagione estiva con Gregory Bonalumi, Denise Brambillasca, Alfredo Colina, Enrico Roveris in una regia di Roveris stesso e il primo aprile arriva “Mr. Sandman” di e con Federica Bognetti.

Informazioni su binario7.org o alla mail [email protected].


© RIPRODUZIONE RISERVATA