“Il circuito degli eroi”: i primi 40 anni dell’autodromo di Monza in un volume del Libraccio
Una immagine di “Il circuito degli eroi” di Massimo Ratti

“Il circuito degli eroi”: i primi 40 anni dell’autodromo di Monza in un volume del Libraccio

Le cartoline e le foto storiche dell’autodromo di Monza collezionate da Massimo Ratti diventano un volume per il Libraccio: alla vigilia del Gran Premio di formula 1 il libro arriva sugli scaffali.

I miei primi (quasi) 40 anni. Sono quelli dell’autodromo di Monza raccontati attraverso la collezione di Massimo Ratti, monzese che collabora anche con il Cittadino mettendo a disposizione la sua raccolta per gli album delle figurine storiche pubblicati negli ultimi due anni. Si tratta questa volta di un libro, pubblicato da Libraccio editore, che arriva in libreria nell’anno più strano del circuito nazionale: il Gran premio di formula 1 ci sarà, ma sarà a porte chiuse a causa dell’epidemia Covid.

“Il circuito degli eroi” di Massimo Ratti per Libraccio

“Il circuito degli eroi” di Massimo Ratti per Libraccio

E allora l’occasione di ripercorrere a distanza la storia dell’esordio del Gran premio, dal 1922 in cui è nato e fino al 1959. “Una raccolta di cartoline e fotografie d’epoca, trovate nei mercatini della domenica, racconta la storia di uno dei circuiti più belli del mondo - scrive l’editore - . Era il mese di febbraio del 1922 quando venne data la notizia alla stampa: ’Il Gran Premio d’Italia si disputerà a settembre all’interno del Parco di Monza’. L’Automobile Club di Milano, per celebrare il suo venticinquesimo anniversario di nascita, decise la costruzione dell’Autodromo di Monza. L’opera riporta brevi cronache dei Gran Premi dal 1922 al 1959; la biografia dei campioni che hanno fatto la storia dell’automobilismo e che hanno dato il loro contribuito, fino all’estremo, per il suo progresso; come è cambiato il circuito, dal suo debutto al dopoguerra, teatro di competizioni dure degli eroi della pista, impegnati per ore alla guida di mezzi che ai tempi erano gioielli di tecnologia, ma che oggi ci fanno sorridere e pensare’.

Ratti è monzese ed è nato nel 1954: laureato in ingegneria meccanica al Politecnico di Milano, ha iniziato a collezionare cartoline e antichi libri di Monza, documenti e stampe della sua città, negli anni Novanta. Nel 2004, alcune cartoline della sua collezione vengono utilizzate nel libro edito da Silvana Editoriale “1923-1930 Monza verso l’unità delle arti”.

Il volume, “Il circuito degli eroi - La storia dell’autodromo di Monza con cartoline e foto dal 1922 al 1959” è in formato 21.5x30 centimetri e conta 244 pagine a 39.90 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA